rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Sport

Pro Piacenza, a Cremona manca ancora il gol per una sconfitta evitabile

Esce sconfitto il Pro Piacenza dallo "Zini" di Cremona in un incontro che i ragazzi di Viali avrebbero dovuto e potuto pareggiare ma che, invece, condanna i rossoneri al decimo stop stagionale che rischia di compromettere la corsa salvezza

Esce sconfitto il Pro Piacenza dallo "Zini" di Cremona in un incontro che i ragazzi di Viali avrebbero dovuto e potuto pareggiare ma che, invece, condanna i rossoneri al decimo stop stagionale che rischia di compromettere la corsa salvezza. Perché se è vero che il Pro ha comunque giocato un buon incontro, è altrettanto vero che i miseri 5 punti incamerati nel girone di ritorno, rappresentano un consuntivo troppo deficitario per sperare in un futuro che si chiami salvezza. Contro la Cremonese Viali rimodula il suo schieramento dando fiducia in difesa al rientrante Sall, a centrocampo la mobile Schiavini per Maietti mentre per l'attacco la scelta è quella del "1+2" leggero con Barba alle spalle delle due punte affiancate Rantier-Alessandro. Al cospetto dei grigiorossi di Rossitto, che si applicano con uno spinto 4-3-3 con attenzione al tridente offensivo Maiorano (letale all'andata)Sansovini e Brighenti, i piacentini provano a controbattere con veloci capovolgimenti di fronte sfruttando lanci lunghi dalle retrovie per lo scatto in profondita' del duo di attacco alternando veloci triangoli di centrocampo per gli inserimenti in particolare di Barba e Schiavini.

L'aggressività dei lombardi è sopratutto a centrocampo dove Pesce e Bianchi provano a soffocare le giocate dei registi Aspas e Carrus lasciando a Suciu il compito di spingere a sinistra insieme a Crialese e Maiorano. Il Pro non sfrutta sul nascere la colossale occasione di Alessandro che, solo in area, calcio distrattamente a lato un lancio lungo di Fumagalli; i rossoneri (per l'occasione in inedita maglia azzurro-blu) hanno il demerito di non affondare il fendente determinante nei momenti di superiorita' ad inizio primo tempo (tanti contropiedi non chiusi) e in apertura di ripresa dove la spinta di Alessandro e compagni, incentivata dal modulo 4-3-3 con Orlando in campo e Barba sulla fascia per Schiavini, non ha prodotto il pareggio sulle conclusioni respinte di Alessandro ed Orlando. In mezzo tante occasioni cremonesi che, oltre alla rete d Brighenti preciso e puntale su un cross preciso di Crialese, hanno più volte sfiorato con Scarsella, Bianchi, Pacilli e Brighenti il gol della sicurezza. L'impressione che al Pro Piacenza inizino a mancare le reti di Rantier letale e determinante nel girone di andata ma in rete una sola volta in quello di ritorno. Giovedi nella scontro di fuoco contro il Cuneo, il primo scontro salvezza del finale di campionato; rimandare ancora la vittoria significherebbe pregiudicare non poco il resto della stagione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pro Piacenza, a Cremona manca ancora il gol per una sconfitta evitabile

IlPiacenza è in caricamento