Domenica 22 al Garilli il Piacenza affronta il Latina: il prepartita

Domenica 22 aprile al Garilli quart'ultimo atto della stagione regolare del Campionato di Lega Pro. I ragazzi di Monaco affrontano il Latina, all'andata la partita era finita 2-2

Un momento dell'andata, il saluto delle squadre (Foto Alberese)

Domenica 22 aprile al Garilli quart’ultimo atto della stagione regolare del Campionato di Lega Pro. A questo punto e vista la classifica dei biancorossi dopo l’ ultima “limatura” della Disciplinare, l ‘ipotesi più probabile per scommettere sulla posizione finale dei ragazzi di Monaco ai primi di maggio è che il Piacenza dovrà disputare una coda di spareggio, auguriamoci vincente benché i precedenti non ci sìano favoreoli in Lega Pro/Serie C, il cui avversario potrebbe essere proprio il Latina che si presenta domani “forte” dei 2 punti in più che permettono ai laziali di sopravanzare i nostri beniamini.

Ormai fare previsioni è totalmente inutile, serve solo vincere sempre e comunque a partire da domani anche se verranno confermati i forfait di Giovio e Gavilan, tanto per fare due nomi. Si ha l’ impressione che il risultato sportivo sìa, del resto, passato definitivamente in secondo piano rispetto alle sorti societarie ed alle previsioni per il futuro della stessa. Sensazione che trova, ahimé, nuova linfa soprattutto dalle ulteriori nuove indagini fiscali e penali che coinvolgono pesantemente le precedenti gestioni del Piacenza e che non vengono compensate, in termini di ottimismo, dagli esiti attuali delle varie operazioni in atto per raccogliere opzioni economicamente solide per il futuro della Società ed emozionalmente decisive per riavvicinare la città alla sua squadra.

Noi non vogliamo entrare nel merito delle scelte dei due curatori fallimentari, né enfatizzare ulteriori elementi di discussione per quei - pochi - ai quali interessa questo argomento ma, pur comprendendo che i due professionisti devono raggiungere un obiettivo ben preciso a qualsiasi costo, nel taglio di tutto ciò che è potabile non si dovrebbe dimenticare che i rami restanti dovrebbero o potrebbero essere i germogli della rinascita. Di conseguenza, dare il benservito a Cerri che fu l’unico lo scorso agosto a prendere in mano il quasi niente che nessuno voleva quasi fosse una manciata di peste o rimandare ai propri lidi il Direttore Sportivo Regalia, chiamato di gran fretta a gennaio al capezzale dei papaveri stroncati dagli anticrittogamici di coloro i quali ora concimano non solo le cronache sportive, ci è parsa una scelta in linea con il diluvio di errori che ha costellato questa stagione sportiva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All’andata fu pareggio per 2-2 in rimonta , domani si spera che i mille tifosi scarsi che indomiti quest’ anno hanno seguito la squadra e la squadra stessa che, al momento, dovrebbe scendere in campo con quattro adottati (la mamma è un’ agenzia di lavoro iterinale) ed, evidentemente, sette orfani, guidata da un altro indomito personaggio quale l’ ottimo Francesco Monaco, ormai padre putativo di coloro di cui sopra, escano dal Garilli con tre punti in tasca, un po’ di speranza in più ed un centesimo di amarezze in meno. Poi subito di corsa mercoledì 25 al Nereo Rocco di Trieste per cercare di far scendere nell’ inferno i giuliani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento