rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022
Sport

Piacenza Calcio, raduno e primo giorno di preparazione

Giorno di raduno per il Piacenza Calcio. La società biancorossa ha presentato il 21 luglio allo stadio Garilli il nuovo staff tecnico di Francesco Monaco. Nel pomeriggio, sotto una pioggia battente, sono arrivati alla spicciolata i calciatori che faranno parte della rosa 2014-2015 che disputerà il campionato di Serie D

Giorno di raduno e di presentazioni per il Piacenza Calcio. La società biancorossa ha infatti presentato il 21 luglio allo stadio Garilli il nuovo staff tecnico capitanato da mister Francesco Monaco. Nel pomeriggio, sotto una pioggia battente, sono arrivati alla spicciolata i calciatori che faranno parte della rosa 2014-2015 che disputerà il campionato di Serie D.  «Abbiamo allestito una squadra e uno staff tecnico importante – ha esordito il presidente Marco Gatti – e ora la rosa è molto competitiva sia per gli “under” che per gli “over”. Siamo comunque sempre vigili sul mercato, anche se al 99% la squadra è questa. Ora abbiamo alcuni giovani in prova, dobbiamo ancora giudicare la loro permanenza a Piacenza». Il presidente riparte con un rinnovato entusiasmo, dopo la disgraziata ultima stagione. «Siamo consci che lo scorso anno avevamo l’obiettivo di vincere il campionato e siamo arrivati terzi, disputando dei pessimi playoff. Abbiamo fatto tesoro degli errori commessi e ora ripartiamo da idee chiare. Il primo tassello è stato quello del direttore sportivo, che è un grande professionista: Andrea Bottazzi. Quest’anno abbiamo una voglia e una determinazione maggiore». Cosa si aspetta dalla campagna abbonamenti? «Mi ha colpito un manifesto dell’Atalanta rivolto ai suoi tifosi che recitava “Adesso non ti puoi nascondere”. La società biancorossa ha fatto quello che doveva fare, ora aspettiamo una risposta positiva dai tifosi, almeno di arrivare agli stessi abbonamenti dello scorso anno». In chiusura del suo intervento Gatti ha parlato della collocazione del Piacenza nel suo girone. «Probabilmente sarà lo stesso dello scorso anno, al massimo rischiamo di finire in quello emiliano-toscano».

Nel corso della conferenza stampa è stato presentato anche il nuovo preparatore dei portieri Marco Bolsi, che va a completare lo staff tecnico di mister Monaco (vice allenatore Francesco Rodia e preparatore Gianfranco Baggi). «Speriamo che i giocatori – queste le prime parole di Francesco Monaco – prendano esempio dallo staff che è talmente motivato: siamo già pronti da diverse ore per iniziare la stagione. Non vediamo l’ora di cominciare. Ringrazio la società per gli acquisti che sono stati fatti: sarà un campionato difficile dove i giovani avranno una valenza importante. Sarà un campionato difficile per tutti, non solo per noi: anche il Siena avrà difficoltà a ricominciare dalla serie D. Ora – ha continuato il mister, già in passato sulla panchina biancorossa – dobbiamo diventare una squadra, un gruppo forte, e ci vorrà del tempo. Fare la serie D a Piacenza non è come essere da altre parti. Tutti vogliono fare la partita della vita, dovremo essere forti sotto l’aspetto mentale: insomma, parlare poco e fare i fatti». Monaco ha spiegato che sulla carta il Piacenza dovrebbe partire con un 4-2-3-1 e gli “under” (ne devono essere in campo contemporaneamente ben cinque) giocheranno soprattutto tra gli esterni. «Poi se qualche giovane dimostrerà di valere potrà giocare anche in mezzo al campo. Manca ancora qualche giovane per completare la rosa a livello numerico, ma il grosso è stato fatto. Ovviamente qualche “over” dovrà rimanere fuori ogni domenica, ma i giocatori lo sanno già che quattro di loro rimarranno in panchina. Ho sentito Francesco Volpe - continua il mister – e mi è parso molto motivato. Io punto su giocatori che ci tengono tantissimo. Già dall’amichevole di domenica prossima con il Modena voglio vedere spirito di sacrificio». Monaco è impaziente, vuole iniziare subito la preparazione. «Il pallone i giocatori inizieranno a toccarlo da subito, anche oggi probabilmente. Sarà importante creare entusiasmo, dobbiamo correre ed essere su tutti i palloni, poi se saremo più bravi tecnicamente potremo farcela a vincere il campionato».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza Calcio, raduno e primo giorno di preparazione

IlPiacenza è in caricamento