Salus et Virtus in giro per l'Italia: i risultati dei match

Per i pugili della Salus et Virtus Boxe è stato un fine settimana impegnativo su più fronti, da Parma, Udine e Reggio Emilia

Camilla Abbiuso

Per i pugili della Salus et Virtus Boxe è stato un fine settimana impegnativo su più fronti, da Parma, Udine e Reggio Emilia. Parma, Torneo Esordienti categoria Youth fasi regionali: hanno i colori della Salus et Virtus i campioni regionali categoria Youth (anno 1999) che dopo aver passato la semifinale, si sono aggiudicati anche la vittoria per il titolo di campione regionale: # 56 kg Bilal Amin, # 64Kg Diagne Seydina

Ad Udine, accompagnati da Badagnani Gianluca, nuovo Tecnico della Salus et Virtus Boxe, erano impegnati il veterano Teffahi Mohamed categoria Senior 64 kg e Ben Khaled Tarak categoria Youth 91 kg. Netta vittoria per il salussino Teffahi dimostrando grande padronanza e tecnica, prevalendo sul suo avversario; la sorpresa viene da Ben Khaled che opposto al pari peso Rosso, ex Campione Italiano, con intensi scambi e tanto pressing, si aggiudica un pari che però non rende giustizia. Mentre a Reggio Emilia, la salussina Camilla Abbiuso categoria Youth 69 kg dopo 4 intensissime riprese con un elevato ritmo e continui corpo a corpo,  dove entrambe le pugilesse non si sono risparmiate, ha costretto la sua avversaria Claudia Salerno, ad un casalingo pari. Per Anthony Cruz, niente da fare, costretto a ritirarsi per un infortunio alla 2° ripresa.

Diagne Seydina-2

Ben Khaled Tarak-2

Amin Bilal-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento