rotate-mobile
Sport

Spia rossa per il Piacenza. Anche la Lucchese fa festa al Garilli

Campannello rosso del Piacenza che subisce la questa sconfitta interna la Garilli e la seconda consecutiva in campionato. Biancorossi che scendono all'ottavo posto in graduatoria

Campanello rosso del Piacenza che subisce la quarta sconfitta interna al Garilli e la seconda consecutiva in campionato. Biancorossi che scendono all’ottavo posto in graduatoria dopo le vittorie di Giana e Renate, che staccano i piacentini alle prese con una netta involuzione di gioco. A far festa e’ la Lucchese che gioca un primo tempo efficace e preciso piazzando il micidiale doppio colpo di Forte, a cui segue una poco lucida reazione del Piacenza alle prese con problemi evidenti nella costruzione e velocità di impostazione. Franzini recupera Pelizzoli ma perde Razzitti, per Debeljuh è l’esordio dal primo minuto al Garilli con Castellana sulla fascia destra in luogo di Sciacca, maggiori novità per Galderisi che porta Merlonghi a centrocampo e De Feo a fianco di Forte e Terrani ina avanti. Al 3° e’ subito vantaggio Lucchese con la punizione dalla trequarti di Bruccini, Barba pasticcia con il rinvio e Forte è lesto a battere Pelizzoli da pochi passi; provano a reagire i biancorossi con una bella combinazione Saber-Taugouderau-Matteassi con il capitano che si lancia sul primo palo calciando a lato. Doccia fredda per i piacentini che al nono minuto incassano il raddoppio ospite con un bel pallone rasoterra in profondità di Terrani per Forte che supera la difesa biancorossa per la seconda volta in pochi minuti. Piacenza irriconoscibile ed impacciato nei primi  minuti con la Lucchese padrona di affondare i colpi; al 15° Capuano spinge a sinistra e trova la deviazione di poco a lato di De Feo. Al 23° cross mancino di Agostinone per Debeljuh la cui girata al volo viene salvata da un plastico intervento di Nobile, dopo un inizio complicato i biancorossi provano ad alzare i ritmi del giro palla con maggiore pericolosità;  cambio per Franzini che getta nella mischia Segre al 32° per Barba per cercare di dare maggiore vivacità sul centro-sinistra della mediana. Si mangia una grossa occasione Franchi al 37° che in piena area di rigore non riesce a controllare un bel cross di Saber dalla destra; primo tempo fortemente condizionato dall’uno-due iniziale dei lucchesi con un Piacenza che nella fase centrale è parso meno compassato ma ancora troppo impreciso. Secondo tempo che si apre ancora con gli ospiti pericolosi con De Feo il cui tiro rimpallato dal Silva arriva sui piedi di Terrani la cui conclusione al volo a botta sicura termina due metri a fianco di Pelizzoli. Al 57° scatta l’ora di Razzitti, per Debeljuh prova di coraggio ma, ad  eccezione della girata al volo del primo tempo, poco apporto alla manovra piacentina; il centravanti di Clusone è subito attivo con una bella girata al volo su cross di Franchi, al 67° il suo sinistro è di poco alto sulla traversa. Nuova chance per il Piacenza con Segre che raccoglie una palla vagante al limite dell’area ma trova al pronta risposta del portiere Nobile al minuto 75, e’ il preludio alla rete del Piacenza sempre con Segre che in piena area si gira raccogliendo un passaggio respinto di Cazzamalli e stavolta trova il diagonale vincente. Tre minuti dopo punizione centrale di Taugourdeau a scaldare i guanti di Nobile, mentre Pelizzoli blocca sul Merlonghi solo in area dopo un passaggio di Fanucchi. Le speranze del Piacenza s’infrangono sul tiro a giro di Razzitti al 93° a lambire l’incrocio dei pali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spia rossa per il Piacenza. Anche la Lucchese fa festa al Garilli

IlPiacenza è in caricamento