Un bel Piacenza strappa un punto prezioso sul campo del Como. Intensità e aggressività, ma l'attacco rimane a secco

I biancorossi confezionano le azioni più pericolose per 80', nel finale i lombardi rischiano di vincere e protestano per un "gol fantasma" non assegnato a Ferrari. Finisce 0-0. Gli emiliani rimangono al penultimo posto in classifica

Bel Piacenza, buon punto e alcuni capisaldi ritrovati. E’ questo quanto dice il posticipo contro il Como, partita che i biancorossi meriterebbero di vincere fino all’80’, cioè fino quando la squadra di Manzo ha avuto gamba e polmoni per tenere i ritmi forsennatamente alti - e che il Como ha sofferto tremendamente - prima di tirare i remi in barca e, a questo punto, rischiare più del dovuto. E sì perché i lombardi nel finale fanno tremare il Piacenza con due occasioni clamorose sprecate da Hmaidat e Gatto, nel mezzo c’è il “gol fantasma” di Ferrari

Leggi qui il commento completo della gara

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento