Un Dottore per la fascia sinistra. E' Agostinone il nuovo terzino del Piacenza

E’ Giuseppe “Pino” Agostinone l’ultimo acquisto di mercato del Piacenza prima dell’inizio ufficiale della Lega Pro. Mancino, classe 1988, il foggiano arriva a colmare la lacuna di fascia sinistra apertasi dopo le partenze dalla scorsa stagione di Porcino, Minincleri, Galuppini e le bocciature recenti di Anastasio e Contini. Con il suo arrivo Franzini può finalmente riportare sulla corsia opposta Castellana il quale in queste prime uscite ha mostrato non pochi imbarazzi a disimpegnarsi sull’out di sinistra. Agostinone, laureatosi recentemente in scienze motorie, è legato a doppio filo con la squadra della sua città con la quale è cresciuto nelle giovanili ed ha disputato praticamente tutte le sue stagioni da calciatore in maglia rossonera ad eccezione di due apparizioni in prestito al Martina Franca ed alla Pro Vercelli. Giocatore dal fisico asciutto, ha nella corsa e nell’agonismo le sue caratteristiche principali; nato calcisticamente nei campi polverosi del quartiere Candelaro, ha faticato inizialmente a trovare spazio nella rosa dei “satanelli” complice anche un utilizzo troppo avanzato in campo da attaccante con Zeman in panchina. Con il fallimento del Foggia nel 2012 ed il ritorno in Puglia dopo la cessione al Montichiari, Agostinone diviene l’idolo della curva dello Zaccheria: sceglie infatti di diventare uno dei simboli della nuova squadra ripartita dai dilettanti ed in breve tempo viene considerato uno degli emblemi della rinascita dauna. Impiegato da Padalino come terzino di spinta, può finalmente tornare a dimostrare le sue doti di corsa e sacrificio, divenendo per tre stagioni titolare inamovibile, distinguendosi anche per qualche rete “pesante” come nel derby con la Salernitana nel quale è balzato agli onori delle cronache per un’esultanza sopra le righe nei pressi della curva campana. L’ultima stagione è stata per Giuseppe Agostinone particolarmente difficile con De Zerbi che gli ha preferito nel suo ruolo Di Chiara con sole 5 presenze da titolare ed in infortunio nella parte finale che lo ha tolto dalla corsa alla serie B della sua squadra. Ora, dopo che con l’arrivo di Stroppa allo Zaccheria sembrava poter rimanere in terra foggiana prima che l’arrivo di Dossena gli sbarrasse definitivamente le porte del campo, il ventottenne terzino riparte da Piacenza: fortemente cercato fin da luglio dai biancorossi e soffiato alla concorrenza di Cerri e del Cosenza proponendogli un contratto biennale, il “dottore” proverà a dare quelle profondità e quella esperienza che sulla fascia mancina di Franzini è sembrata mancare nel precampionato. Da verificare le sue condizioni dopo una preparazione estiva effettuate a Foggia a singhiozzo ed una parte finale della scorsa stagione condizionata da uno stop fisico; è possibile che a Lucca sia disponibile ma che inizialmente sia ancora Castellana ad occupare ad interim il ruolo di terzino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento