menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un weekend dai sapori forti per Piacenza Calcio e Nordmeccanica

I biancorossi attesi a Mapello per la festa: mille piacentini pronti all'esodo

E’ una weekend dai sapori forti quello che sta per arrivare. Nordmeccanica e Piacenza si apprestano a vivere un fine settimana intenso che potrebbe sfociare in una doppia grande gioia: Coppa Italia e Lega Pro per due societa’ che in questa stagione si sono espresse sempre a massimi livelli.

NORMECCANICA VOLLEY. Partiranno per prime le ragazze del volley, impegnate a Ravenna nella final four di Coppa Italia. Una manifestazione che le biancoblu’ hanno gia’ messo in bacheca per due anni consecutivi nel 2013 e 2014 con una finale persa nel 2012, stagione in cui l’allora ripesacata Rebecchi Nordmeccanica stupi’ tutti raggiungendo la finale di Coppa e la semifinale Scudetto, entrando per la prima volta nel salotto nobile della pallavolo italiana.  Primo avversario sara’ l’abbordabile Montichiari dell’ex coach di Piacenza Barbieri, impegno sulla carta agevole contro una formazione gia’ sconfitta per due volte in regular season ma capace in Coppa di sorprendere in trasferta la capolista Conegliano e di guadagnarsi, di conseguenza, il clamoroso pass per il Pala DeAndre’. Sara’ poi con tutta probabilita’ la Pomi Casalmaggiore a contendere alla piacentine la coccarda tricolore, le campionesse d’Italia saranno impegnate sempre sabato contro Bergamo, una sfida che appare piu’ equilibrata ma che vede comunque le casalasche favorite nonostante il pesante ko subito proprio a Piacenza domenica scorsa, sconfitta che ha complicato la corsa al secondo posto. Per la squandra di Gaspari e’ il momento di passare all’incasso e raccogliere quanto di buono seminato in una stagione intensa e la vede ancora in corsa in tutte le competizioni, dopo la Ravenna sara’ gia’ tempo della cruciale sfida di Champions contro la Dinamo Kazan, scontro al limite dell’impossibile con uno 0-3 da rimontare nei confronti di una delle formazioni piu’ forti al mondo, arrivarci con un trofeo in piu’ in bacheca vorrebbe caricarsi al massimo di adrenalina per tentare l’impresa.

PIACENZA CALCIO. Sara’ il piccolo paese di Mapello, oggi conosciuto piu’ per il muratore Bossetti che per la sua squadra di calcio,  il teatro della attesa festa biancorossa. Quasi mille piacentini pronti all’esodo verso la cittadina bergamasca per accompagnare il Piacenza verso il tanto atteso sbarco in Lega Pro in uno stadio che sara’ quasi interamente emiliano. Un campionato dominato come nessuno in Italia  ed un solo punto alla matematica certezza della promozione contro un formazione che e’ comunque in lotta per non retrocedere e che all’andata complico’ la vita a Matteassi e compagni giocando un match gagliardo e ben organizzato. Ci sono tutti i presupposti per una domenica di gioia: tempo bello, stadio gremito ed un paese pronto ad ospitare nel migliore dei modi il ritorno del Piacenza tra i professionisti. Un purgatorio durato quattro anni da quel terribile pomeriggio di Prato che sanci’ la fine della storia del vecchio Piace con il successivo fallimento e la difficoltosa ripartenza dai dilettanti. Ora, ormai, e’ tutto un ricordo con la societa’ dei fratelli Gatti pronta a riprendersi quel ruolo che, ingiustamente, la storia recente le ha tolto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento