Volley B maschile, Andrea Binaghi per il quarto anno alla Canottieri Ongina

Il martello piacentino è la seconda conferma per la formazione giallonera dopo quella del centrale Giuseppe De Biasi. Lo schiacciatore: "Voglio crescere ancora; ho fiducia in questo gruppo"

Seconda conferma in casa Canottieri Ongina, formazione piacentina che parteciperà alla nuova serie B unica maschile dopo un biennio consecutivo in B1 maschile, categoria conosciuta per una stagione anche in passato. 
Dopo il centrale Giuseppe De Biasi, la squadra monticellese conferma un altro giocatore piacentino: si tratta dello schiacciatore Andrea Binaghi, classe 1992 e che si appresta a vivere la quarta stagione nella società del presidente Fausto Colombi. Alto un metro e 90 centimetri, Binaghi (cresciuto nelle giovanili del Copra Piacenza e che vanta anche un'esperienza a Crema) è il primo tassello in posto quattro. 
"La scorsa stagione - confessa Binaghi - nonostante qualche infortunio di troppo, per quanto mi riguarda è stata ricca di soddisfazioni, sia sul piano del gioco sia su quello emotivo. Sono stato molto contento di come abbiamo affrontato avversari di alto livello e penso che con un pizzico di fortuna in più avremmo anche potuto centrare un miglior piazzamento finale (sesto posto, ndc)". Quindi aggiunge. "Per quanto riguarda la mia conferma nella Canottieri Ongina, è stato facile accettare la proposta della società. Oltre ai tanti pregi che questa "grande famiglia" ha dalla propria parte, rispetto alle scorse stagioni quest'anno mi sento qualche responsabilità in più e, per il carattere competitivo che ho, non poteva che essere una motivazione da prendere dal volo. Da quando sono a Monticelli sono migliorato sotto vari aspetti e voglio approfittare di questa occasione per crescere ancora".
Nella sua quarta stagione alla Canottieri Ongina, Binaghi avrà un nuovo coach: non più Gabriele Bruni, bensì Massimo Botti, in questi anni compagno di squadra e ora condottiero tecnico della nave giallonera. "Ho dovuto salutare Bruni - spiega Andrea - forse proprio nel momento in cui avevamo trovato la miglior sintonia, ma penso che Botti sia la persona giusta per prendere il suo posto. Parlando con Massimo, mi è sembrato estremamente motivato e nonostante sia la sua prima stagione da allenatore non ho alcun dubbio sulle sue capacità: pochi altri possono vantare la sua esperienza e questo sarà per noi di grande aiuto".
Infine, uno sguardo al futuro. "Non riesco a immaginare con precisione - conclude lo schiacciatore piacentino - come possa essere la nuova B unica, ma ho fiducia nel nostro gruppo; so che l'obiettivo sarà quello di fare il meglio possibile e sicuramente ci impegneremo per questo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento