menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Volley B1, per la Canottieri Ongina un buon punto a Bolzano

La squadra di Bruni lotta con caparbietà e sfiora il tris di vittorie cedendo al tie break contro l'Avs Mosca Bruno dopo oltre 2 ore e 20 minuti di gioco

Alla riga del totale è arrivato un punto, anzi un buon punto. A Bolzano la Canottieri Ongina ha ceduto al tie break al cospetto dei padroni di casa dell'Avs Mosca Bruno, sfiorando così il tris di vittorie in questo ottimo avvio di campionato in B1 maschile. Contro un'ottima squadra, la formazione di Gabriele Bruni ha lottato con caparbietà, tenendo testa in una "maratona" (2 ore e 21 minuti di gioco) che alla fine ha premiato i padroni di casa, vincitori 15-10 al tie break. 
Per i gialloneri piacentini, non sono mancati gli spunti positivi nell'arco della partita: in primis, da risaltare la rimonta del primo parziale, con la Canottieri Ongina sotto 8-4, 16-14, 21-19 e con una palla set annullata ai padroni di casa prima di spuntarla 29-27. L'altro lato incoraggiante è la reazione del quarto set, dove i piacentini - sotto 2-1 dopo una brutta seconda frazione e un terzo set vinto da Bolzano - hanno saputo non disunirsi, sfoderando nuovamente un'ottima pallavolo che ha permesso di siglare il 25-20 che ha portato al tie break, vinto poi dalla squadra di Burattini.
LA PARTITA - Nel primo set, Bolzano accelera subito con un ace di Mosaner e un attacco out di Caci (6-3), poi Gavotto si fa sentire a muro (11-6). La Canottieri Ongina non molla, presa per mano da Cardona (15-14), con il cubano (12 punti per lui nel parziale d'apertura) che azzera il gap a quota 23. Gavotto conquista il primo set ball per Bolzano (24-23), i piacentini lo annullano e ribaltano la situazione con l'ace di Caci (24-25), poi il lungo braccio di ferro deciso dall'ace di Codeluppi (27-29).
Nel secondo parziale, l'Avs Mosca Bruno reagisce immediatamente (4-0 con i muri di Rossatti e Izzo), mettendo la museruola a Cardona. Bolzano allunga 12-4 con l'ace di Capra e resiste al ritorno ospite (13-9), per poi involarsi verso il 17-10 preludio al 25-16 che pareggia i conti.
La terza frazione vede l'iniziale reazione della Canottieri Ongina, che riparte meglio (2-4) salvo poi subire un parziale di 5-0 sul 6-6. Il muro di Cardona ricuce in parte lo strappo (13-12), ma non basta, perché alla lunga Bolzano esce alla distanza, chiudendo con un filotto: 25-15 e 2-1 locale.
Nel quarto set, l'esperienza di capitan Botti e di Cardona prende per mano la Canottieri Ongina, capace di reagire e di allungare sull'11-16. Bolzano è sempre pericolosa (17-18 con ace di Izzo ed errore di Caci), ma è il muro di Bonola a dar fiducia ai gialloneri (17-20), poi bravi con Cardona a trovare il 25-20 che vale il tie break. Il set corto parte con Bolzano che mura con Izzo per il 4-2 e che cambia campo in vantaggio 8-5; Mosaner e Rossatti murano Cardona (11-6) e spingono i padroni di casa verso il 15-10.

AVS MOSCA BRUNO BOLZANO-CANOTTIERI ONGINA 3-2
(27-29, 25-16, 25-15, 20-25, 15-10)
AVS MOSCA BRUNO BOLZANO: Gavotto 21, Rossatti 19, Mosaner 14, Izzo 6, Capra 11, Leonardi 10, Sambucci (L), Paoli, Chiappa. N.e.: Spagnuolo, Andriano, Brillo, Albergati, Bleggi. All.: Burattini
CANOTTIERI ONGINA: Bonola 9, Giumelli 1, Codeluppi 12, Botti 12, Cardona 23, Caci 9, Godi (L), Boniotti, Pazzoni 1, Binaghi, De Biasi. N.e.: Miranda. All.: Bruni
ARBITRI: Denis Serafin e Luca Cecconato
NOTE: Durata set: 35', 23', 23', 28', 16' per un totale di 2 ore e 21 minuti di gioco
Avs Mosca Bruno Bolzano: battute sbagliate 10, ace 8, ricezione positiva 82% (perfetta 51%), attacco 47%, muri 17, errori 40
Canottieri Ongina: battute sbagliate 13, ace 4, ricezione positiva 75% (perfetta 14%), attacco 42%, muri 7, errori 35.

botti a muro su gavotto-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento