rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Volley

Ankara picchia duro, Piacenza crede alla rimonta ma cede 3-1

La Gas Sales, in balia degli avversari nei primi due set, reagisce troppo tardi

Esordio in Champions League per la Gas Sales Daiko Piacenza, che ospita al PalaBanca la formazione turca di Ankara, la principale candidata alla vittoria del gruppo C. Pronti via, i biancorossi approcciano bene alla gara e vogliono fare bella figura: subito avanti 6-2. Con il servizio e il muro gli ospiti, sostenuti da circa un centinaio di tifosi rivoltano l'incontro come un calzino. Prima impattano a quota 9, poi conducono 10-13. Coach Anastasi ha visto abbastanza e chiama il timeout. La forbice continua però inesorabile ad allargarsi (13-19), e dalla panchina si alzano Recine e Andringa per smuovere le acque. Ma con 11 break point i turchi si portano a casa il primo set.

Nel secondo periodo Piacenza parte di nuovo bene, ma Ankara ci mette poco a spingere sull'acceleratore e a pareggiare a quota 4, prima di iniziare a condurre nel punteggio. Poi pian piano gli ospiti provano anche la fuga sul 12-15, prima di costringere la Gas Sales ad interrompere il match sul parziale di 13-19, costruito con gli ace di un famelico Ngapeth. Oggettivamente i biancorossi sembrano in balia degli avversari che con grande decisione si portano a casa anche la seconda frazione. Dei 18 punti segnati dai biancorossi, 9 sono errori turchi.

L'iniziativa: vinci un allenamento col campione della Gas Sales

Il terzo set vede gli ospiti decisi a chiudere i conti. Anastasi dalla panchina chiede ai suoi di continuare a giocare, e questi ci provano con Recine che prima mette a terra il punto e poi mura per l'8-5. I 1960 spettatori del PalaBanca ci credono, ed iniziano a spingere la squadra. Al rientro dal timeout Recine è ancora una belva, mentre l'ace di Caneschi vale il 12-6 con gli avversari apparsi sulle gambe. Nonostante qualche errore di troppo, Piacenza riesce comunque a tenere saldamente il comando vincendo la terza frazione.

La partita cambia volto, il pubblico è trascinante e il punteggio avvincente. Leal prima e Simon poi regalano l'11-9 alla Gas Sales Daiko che è viva più che mai. Se Anastasi si era tolto la giacca per caricare i suoi, Kovac lo fa perché inizia a sentire il fiato sul collo. Dopo aver inseguito, Ankara impatta sul pari 15, ma dopo un'ottima difesa gli ospiti devono comunque arrendersi alla schiacciata di Recine. Dopo l'errore col lungolinea che permette agli avversari di ritornare avanti, Leal si rifà col punto del 18 pari. Si gioca punto a punto, ed è il muro turco che sovvertisce l'andazzo della gara (21-23). E' Ngapeth a chiudere l'incontro, prima col salvataggio e poi con l'ace dell'1-3 definitivo.

Gas Sales Daiko Piacenza-Halkbank Ankara 1-3

Parziali: 19-25; 18-25; 25-19; 21-25.

Piacenza: Zlatanov, Hoffer, Recine, Gironi, Alonso, Brizard, Lucarelli, Leal, Scanferla, Ricci, Simon, Andringa, Caneschi, Dias. All. Anastasi.

Ankara: Eksi, Perrin, Ivgen, Matic, Lagumdzija, Volkan, Ngapeth, Uzunkol, Unver, Ma'a, Nimir, Ulu, Coskun, Tayaz. All. Kovac.

Arbitri: Sinisa Ovuka e Vasileios Vasileiadis.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ankara picchia duro, Piacenza crede alla rimonta ma cede 3-1

IlPiacenza è in caricamento