rotate-mobile
Volley

«Manuel, prima di giocare a pallavolo»

Il percorso sportivo di Zlatanov jr., al di là del corredo genetico ereditato

Domenica è stata una data storica per la Gas Sales Bluenergy Piacenza con l'esordio del figlio d'arte Manuel Zlatanov. Coach Anastasi gli ha concesso la passerella nell'affermazione contro Verona, davanti ad un commosso papà Hristo che ha avuto per un po' gli occhi bagnati. I complimenti per questo esordio sono giunti anche dall'assessore allo Sport del comune di Piacenza, Mario Dadati.

Esordio ed ace sfiorato, la prima volta di Zlatanov jr.

«Manuel è diventato il più giovane giocatore ad esordire in Superlega di pallavolo, 15 anni 8 mesi 26 giorni. Quando al talento si affianca una famiglia presente e competente, una struttura societaria d'élite che mette grandi professionalità nel settore giovanile, l'attitudine personale al lavoro e al miglioramento, questo può essere il risultato. Il percorso sportivo di Manuel conferma quello che la Scienza dell'allenamento ribadisce da tanto tempo, ovvero che la varietà degli stimoli ricevuti, nell'età più sensibile al miglioramento delle capacità coordinative, vale a dire fino ai 13 anni, crea i presupposti per prestazioni assolute di alto livello, coerentemente con il corredo genetico ereditato. Manuel, prima di giocare a pallavolo, ha giocato a rugby e basket, costruendo così le mappe motorie sulle cui basi erigere i picchi della specializzazione. Per questo motivo è necessario innovare le proposte sportive fino ai 13 anni, è il momento di cambiare paradigma, di lavorare davvero sulla formazione dell'atleta, dimenticando il risultato nel breve, abbandonando le aspirazioni di tecnici poco lungimiranti, eliminando la specializzazione precoce».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Manuel, prima di giocare a pallavolo»

IlPiacenza è in caricamento