rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022

«L'unione e la generosità degli Alpini devono essere d'esempio per tutti»

Il raduno delle penne nere ad Agazzano per la Festa Granda che celebra anche il centenario degli Alpini piacentini. La sfilata, la messa con il vescovo e l'arrivederci a Ziano: in Val Luretta una festa di comunità

I tricolori sventolano, le camicie a quadri sono indossate, le penne nere sui cappelli sono issate.Ad Agazzano la Festa Granda degli Alpini è anche una festa di tutta la comunità. E' domenica 18 settembre: il sole splende sulla Val Luretta e abbraccia migliaia di penne nere per la 69esima festa provinciale che vuole celebrare anche il centenario della Sezione di Piacenza. Ci sono i Gruppi del nostro territorio con i sindaci e i gonfaloni dei Comuni, vertici delle forze dell'ordine e dell'Esercito, i reparti storici, rappresentanti delle sezioni del nord Italia e non solo.

CLICCA QUI PER VEDERE LA FOTOGALLERY DELLA GIORNATA

Dopo l'alzabandiera le fanfare aprono la sfilata per le vie del paese, grandi e piccoli applaudono, ammirano: c'è tanta commozione. Tutti in ordine, composti, gli Alpini proseguono verso la piazza centrale dove si onorano i caduti, le autorità salutano i presenti e il vescovo monsignor Adriano Cevolotto celebra la Santa Messa.

Cento anni di storia per la Sezione Alpini di Piacenza, tanti i ricordi e i valori che si vogliono continuare a tramandare: nella piazza di Agazzano nessuno ha intenzione di fermarsi e si guarda, al prossimo anno quando l'appuntamento sarà a Ziano. Nel video sopra immagini e interviste.

Video popolari

«L'unione e la generosità degli Alpini devono essere d'esempio per tutti»

IlPiacenza è in caricamento