Venerdì, 30 Luglio 2021

«Mura romane negli scavi della nuova area logistica di Caorso»

Soprintendenza delle Belle Arti al lavoro in questi giorni nel terreno di via Rotta a Caorso: durante gli scavi per la realizzazione di due nuovi capannoni sarebbero emersi importanti resti risalenti al secondo secolo dopo Cristo. I comitati sorti contro l'area logistica presidiano i lavori

Resti di mattoni, probabilmente mura romane risalenti al secondo secolo dopo Cristo. Potrebbe trattarsi di importanti ville e tratti della via Postumia che da Genova attraversava la Pianura Padana, passando quindi per Piacenza, per arrivare fino in Friuli-Venezia Giulia.

Sono emersi dai primi scavi nel terreno di via Rotta a Caorso dove, da alcune settimane, sono iniziati i lavori per la realizzazione di una nuova area logistica, costituita da due capannoni di 28mila metri quadri l’uno che saranno costruiti su un’area complessiva di circa 150mila metri quadri.

In questi giorni sono al lavoro i tecnici della Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio del Veneto e a presidiare le operazioni ci sono i rappresentanti dei comitati sorti contro la realizzazione dell’area logistica.

Intanto il comitato prosegue la sua battaglia per dire “no” alla costruzione di due nuovi capannoni nei terreni del quartiere di via Rotta. I rappresentanti hanno invitato il presidente della Regione Stefano Bonaccini ad effettuare un sopralluogo e ricordano le ragioni per le quali si dichiarano contrari all’insediamento.

Nel video l’intervista a Mario Callegari (presidente del comitato “Difendiamo l'ambiente e la salute a Caorso”) e Angelo Giostri (componente “Patto per Caorso”).

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

«Mura romane negli scavi della nuova area logistica di Caorso»

IlPiacenza è in caricamento