Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Dona una spesa a chi ha bisogno». Il 15 maggio torna a Piacenza e provincia la raccolta alimentare

Per tutta la giornata in 13 punti vendita Conad grazie a CSV Emilia e a 7 associazioni di volontariato

C’è ancor più bisogno di solidarietà, dopo questo anno che ha colpito ulteriormente chi già era in stato di povertà e ha messo in bilico altre famiglie che oggi faticano a fare spesa. Per questo, sabato 15 maggio sarà ancor più importante partecipare a Dona una spesa, la raccolta di generi alimentari promossa da Conad Centro Nord in collaborazione con CSV Emilia, il Centro di servizio per il Volontariato di Piacenza, Parma e Reggio Emilia, e insieme alle associazioni che sono a fianco di chi si trova in situazione di povertà. 

A Piacenza le organizzazioni coinvolte con i propri volontari sono 7, distribuite nei 13 punti vendita Conad di città e provincia.

Da quest’anno inoltre l’iniziativa allarga i confini a tutta la rete di Conad Centro Nord che è arrivata a coinvolgere la Lombardia, con i suoi sei Centri Servizio per il volontariato, 260 punti vendita, centinaia di associazioni e migliaia di volontari. È una rete grandissima che cresce di anno in anno.

Per trasformare il gesto quotidiano della spesa in un gesto di solidarietà, la modalità non cambia: in ogni punto vendita, ci sarà un volontario pronto ad accogliervi con un sorriso e un sacchetto da riempire con i generi di prima necessità non deperibili che arriveranno a chi ha bisogno direttamente attraverso le associazioni. Per la dispensa di chi è in difficoltà servono: olio, tonno, legumi, carne in scatola, pasta e riso, farina, biscotti, passata di pomodoro, merendine, zucchero e miele, latte uht, alimenti e prodotti per l’infanzia ma anche prodotti per l’igiene personale e per la pulizia della casa.

Partecipare sarà ancor più facile grazie all’operazione Bis su tanti articoli perché, a fronte di un prodotto acquistato, Conad ne regalerà uno uguale. Così aiutare gli altri sarà semplice e meno oneroso.

Una spilla rotonda rossa e blu sarà il segno distintivo dei volontari e, dove non saranno presenti, il punto vendita allestirà un “carrello sospeso” nel quale mettere la spesa da donare.

Le associazioni che sul territorio piacentino hanno scelto di aderire sono: Emporio Solidale Piacenza, Croce Rossa di Podenzano, Pubblica Assistenza di San Giorgio P.no, Emergency Piacenza, Associazione Agape, Convento Frati Minori Santa Maria di Campagna, Gruppo Caritas di Castell’Arquato.

Lo scorso settembre, oltre al territorio di Piacenza, Parma e Reggio Emilia, Dona una spesa aveva coinvolto anche le province lombarde di Bergamo e Brescia, per un totale di quasi 92.000 kg di beni donati. Di questi, oltre la metà erano stati raccolti nelle province emiliane (17.500 kg a Parma, 22.700 kg a Reggio Emilia e 9.300 kg a Piacenza).

“I soci Conad sono all’interno delle comunità e ogni giorno vivono quello che sono le esigenze del territorio cercando di dare una risposta concreta ai bisogni.” afferma Elena Soressi, socia di Conad Centro Nord e continua: “La grave crisi sociale scatenata dalla pandemia ci ha fatto porre sempre più attenzione alla lotta alla povertà e per questo ci siamo impegnati ad estendere su tutta la rete l’iniziativa Dona Una Spesa che riesce a dare un po’ di respiro ai territori in cui siamo presenti affiancandola da Una Spesa Solidale per dare un contributo continuativo alle realtà locali che si occupano di indigenza”.

“Siamo molto contenti che anche quest’anno l'iniziativa di Dona una Spesa possa essere concretizzata” afferma Laura Bocciarelli, Vicepresidente di CSV Emilia “la pandemia ha accresciuto le situazioni di fragilità: sono aumentate le famiglie che necessitano un affiancamento per sopperire alle risorse primarie e per dare una risposta a questi bisogni è sempre più importante la rete e il lavoro di squadra che sta coinvolgendo tutta la comunità. Il centro di servizio per il volontariato, sul nostro territorio, ha svolto e continua a svolgere un ruolo di coordinamento sul tema della povertà alimentare rispetto alle tante progettazioni portate avanti dalle associazioni: dell’emergenza socio-economica scaturita dal Covid, infatti, si stanno facendo carico anche le piccole associazioni, oltre alle "grandi" che continuano ad essere attive in questo senso, come gli Empori solidali. Ringraziamo Conad che rende possibile l'attivazione di tutta la sua rete di punti vendita, offrendo un'importante occasione di collaborazione tra terzo settore e privati per aiutare chi è in difficoltà.”

Si parla di

Video popolari

«Dona una spesa a chi ha bisogno». Il 15 maggio torna a Piacenza e provincia la raccolta alimentare

IlPiacenza è in caricamento