rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022

«Periodo delicato, la polizia chiamata a raccogliere sempre nuove sfide»

Nella scuola allievi agenti la polizia ha celebrato il 170esimo anniversario. Numerosi gli ambiti di competenza della Questura che hanno visto impegnati gli agenti: il bilancio. Premiati i poliziotti meritevoli

La Polizia di Stato celebra il 170° Anniversario della sua fondazione. Dirigenti e agenti hanno festeggiato anche nella nostra città il compleanno dell’istituzione di pubblica sicurezza alle dipendenze del ministero dell’interno, in una cerimonia che ha voluto rinnovare il suo tradizionale abbraccio con la cittadinanza, alla presenza delle massime autorità civili, militari e religiose. Nell’aula Magna della scuola Allievi agenti di Polizia di viale Malta il Questore Filippo Guglielmino ha tracciato un bilancio dell’anno trascorso (ascolta nel video le interviste al Prefetto Daniela Lupo e al Questore).

«Questo ultimo periodo, come tutti sanno, si è rivelato particolarmente delicato anche sotto il profilo della tutela della sicurezza pubblica, alla luce delle problematiche sanitarie, sociali ed economiche che sono vistosamente emerse, e da ultimo anche in considerazione del consistente arrivo di profughi ucraini nel nostro paese ed in questa regione in particolare (circa 1500 in totale quelli giunti in provincia), a seguito della perdurante crisi internazionale. Dai controlli per il rispetto delle specifiche normative per il contenimento della pandemia, alla scorta ai vaccini, dalla tutela dell’ordine pubblico in occasione di agitazioni sindacali e politiche all’ordinaria attività di controllo del territorio, dalle indagini in materia di reati intrafamiliari e di violenza di genere, al contrasto all’immigrazione irregolare, tutti gli ambiti di competenza della Questura e delle Specialità , Stradale, Ferroviaria e Postale hanno visto impegnati nell’arco delle 24 ore, per 365 giorni all’anno, donne e uomini della nostra Amministrazione, ai quali va il mio ringraziamento più sincero, dal Vicario del Questore, ai Funzionari Dirigenti gli Uffici, al più giovane degli Agenti in prova assegnati in questa sede meno di due mesi orsono. Sono comunque perfettamente conscio, del resto, che i pur lusinghieri risultati operativi conseguiti nell’ultimo anno, non siano da soli sufficienti a ridare serenità e fiducia ad un commerciante derubato, ad un anziano truffato, ad una donna molestata».

Festa della Polizia 2022, il bilancio

Come detto la cerimonia si è svolta nella sede della scuola di Polizia che, nel 2021, ha formato 283 agenti destinati ai reparti di tutta Italia. «Professionisti preparati e consapevoli del proprio ruolo – ha detto il Questore - come devono essere i componenti di una moderna forza di polizia chiamata a raccogliere le sfide che la società complessa del terzo millennio impone».

Come ogni anno sono stati premiati gli agenti che si sono contraddistinti nell’attività di servizio. Encomio all’assistente capo Francesco Stasi per l’arresto, nel 2018, di un soggetto responsabile di tentato omicidio e lesioni personali. Encomio all’assistente Oscar Balletti per le “spiccate capacità sportive ed agonistiche” che gli hanno permesso di conseguire il secondo posto nella classifica finale del campionato europeo di motociclismo enduro, categoria E3, in Slovacchia nel 2017. Compiacimento al sovrintendente capo Daniele Perini “per l’impegno profuso con abnegazione e capacità non disgiunta da profondo senso di umanità in molti anni di servizio prestati presso l’ufficio immigrazione, che ha consentito di raggiungere concreti risultati nell’ambito del complesso settore di competenza”. Compiacimento al sovrintendente capo Lorella Carmela Bagatin che, “in qualità di responsabile del Posto di Polizia presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile di Piacenza ha saputo organizzare il presidio sin dalla sua riattivazione nel Settembre 2020 a beneficio della stessa struttura sanitaria, nonché della collettività dell’intera provincia coinvolta in incidenti o fatti-reato". Compiacimento al vice sovrintendente Lina Corcagnani “per la straordinaria professionalità evidenziata in tanti anni di servizio presso la Squadra Mobile Sezione Reati contro la persona, in particolare a beneficio delle vittime vulnerabili trattate sempre con empatia e sensibilità mirate anche al buon esito delle indagini”. In fine, compiacimento all’assistente capo coordinatore Claudio Gandini “per l’esempio di professionalità e spirito di servizio con cui ha garantito l’attività della segreteria dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, assicurando durante il periodo dell’emergenza sanitaria la continuità del servizio di controllo del territorio degli equipaggi impiegati per la specifica esigenza”.

La polizia compie 170 anni ©Leo Trespidi/ilPiacenza

Video popolari

«Periodo delicato, la polizia chiamata a raccogliere sempre nuove sfide»

IlPiacenza è in caricamento