rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022

«Ci esercitiamo per migliorare il soccorso e la sinergia tra tutti gli operatori»

Maxi simulazione in riva al Po: operatori del 118, vigili del fuoco e della polizia Locale hanno testato il loro lavoro e la loro formazione sulla scena di un incidente stradale

Quattro mezzi coinvolti: un camion alimentato a metano liquido e tre auto di cui una elettrica, sette feriti. Chi martedì sera è passato in via Nino Bixio poteva pensare di trovarsi di fronte ad un incidente reale. Invece era una messa in scena per consentire a sanitari, volontari, pompieri e forze dell'ordine di testare sul campo la loro formazione.

Sono sempre di più i mezzi in circolazione che alimentati da sostanze pericolose e altrettanti quelli dotati di motori elettrici. Da qui la necessità per gli uomini e le donne del soccorso, di valutare il lavoro in sinergia in caso di maxi emergenze, come quella simulata la sera del 27 settembre lungo l'argine di Po. E' stata progettata e coordinata dal sistema Emergenza Territoriale 118 dell’Ausl di Piacenza e dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco con il coinvolgimento della Prefettura di Piacenza per l’eventuale concorso delle altre Forze. La simulazione si è svolta su una strada cittadina che costeggia il corso del Fiume Po, dove è stato riprodotto un evento di natura traumatica. L’obiettivo era quello di testare le reciproche capacità, in base ai propri ruoli, dei professionisti che sono intervenuti. Oltre a valutare le competenze, l’esercitazione ha permesso anche di individuare eventuali criticità o elementi di perfezionamento, per poter affinare la già forte sinergia tra i sanitari e i vigili del fuoco. L’allarme che ha dato il via alla simulazione è stato fornito da due telefonate, affidate rispettivamente al sindaco di Piacenza Katia Tarasconi e al direttore generale Ausl Paola Bardasi: presenti sul posto come eventuali cittadini che assistono alla scena, sono state loro ad allertare i soccorsi. 

Video popolari

«Ci esercitiamo per migliorare il soccorso e la sinergia tra tutti gli operatori»

IlPiacenza è in caricamento