Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'acqua dei pompieri riempie l'antico fonte del Duomo per i battesimi di Pasqua

Una squadra con due mezzi in cattedrale per il tradizionale rito: messo in sicurezza anche un cornicione pericolante della facciata

 

Questa volta fortunatamente l'acqua dell'autobotte dei vigili del fuoco non è servita per spegnere un incendio, ma per una ricorrenza speciale e solenne, la notte di Pasqua. I pompieri, come da tradizione, nel pomeriggio dell'8 aprile sono arrivati in cattedrale per riempire con circa 3mila litri di acqua l'antica vasca battesimale del Duomo: un manufatto di granito risalente al terzo secolo e dentro il quale, come spiega monsignor Serafino Coppellotti, la notte di Pasqua verranno battezzati nove adulti durante la veglia presieduta dal vescovo. Per l'occasione era presente anche Roberta Rebecchi, nipote del cardinale piacentino Ersilio Tonini.
Ma il pomeriggio dei vigili del fuoco, iniziato con un saluto "da vicino" alla statua della Madonna che sovrasta piazza Duomo in cima alla stele (è stata rimossa la corona di fiori posta lo scorso dicembre) ha avuto anche un intervento imprevisto: ma i pompieri piacentini - sempre pronti - hanno risolto il problema: una parte del cornicione della facciata laterale del Duomo è infatti malridotto e necessita di un intervento urgente di conservazione e messa in sicurezza. Grazie alla presenza dell'autoscala, i vigili, che hanno notato i calcinacci a terra, sono saliti a dieci metri e hanno messo in sicurezza il cornicione antico, verificando anche tutta l'area circostante della facciata. Nelle prossime ore quel tratto, compreso fra via Vescovado e la piazza, verrà comunque transennato per sicurezza fino al termine dei lavori di consolidamento da parte della Diocesi.

Potrebbe Interessarti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento