Fiorenzuola Today Fiorenzuola d'Arda

«A Fiorenzuola le scelte urbanistiche ancorate al passato»

Cambiamo Fiorenzuola: «Ovunque si chiedono più alberi e più verde quando vengono riqualificate alcune aree»

«Mentre in quasi tutte le città del mondo sta prendendo piede la tendenza all'aumento degli spazi verdi – interviene nel dibattito “Cambiamo Fiorenzuola”, il movimento civico vicino al centrosinistra che presenterà una lista alle prossime Elezioni Amministrative - insieme alla crescente consapevolezza dei vantaggi e dell'importante ruolo che le piante hanno per la vita ed il benessere dell’uomo, a Fiorenzuola tutto sembra ancorato al passato. Dalle lattughe coltivate sui tetti di New York ai fitti corridoi di alberi che occupano i bordi delle strade colombiane un tempo desolate, le iniziative ecologiche si stanno sempre più diffondendo.

Alberi, fiori e cespugli vengono aggiunti non solo nei parchi urbani: seguendo la regola suggerita dal botanico e divulgatore Stefano Mancuso, “ovunque sia possibile coltivare una pianta deve essercene una”, si vede un proliferare di progetti di architettura green che riguardano piazze, tetti, bordi delle strade, parcheggi e persino verde verticale. In alcune città francesi si sta iniziando a rimuovere l’asfalto dalle zone vicine alle radici delle piante esistenti, in paesi del nord come Belgio ed Olanda ormai è prassi comune lasciare aree “incolte” dedicate ai fiori selvatici ed alle api ai bordi delle strade per favorire la biodiversità.

E a Fiorenzuola? A Fiorenzuola purtroppo rimaniamo ancorati al passato, ristrutturando piazze senza metterci alberi, autorizzando parcheggi di supermercati che sembrano desolate piste di atterraggio lunare, eliminando addirittura le aiuole di benvenuto sostituendole con ghiaia ed acciaio. E la risposta alle legittime richieste di alcuni cittadini di avere più alberi è purtroppo sempre la stessa litania “pianteremo mille alberi nel parco dell’Arda”, disattendendo quindi le nuove conoscenze scientifiche ed architettoniche che prevedono di non relegare il verde in zone deputate ma di integrarlo, con le sue importanti funzioni ecologiche ed ambientali, negli spazi e nell’architettura cittadina. Meno male che lo slogan dell'amministrazione è "avanti", a noi sembra di tornare alla progettazione ed alle idee urbanistiche di trent’anni fa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«A Fiorenzuola le scelte urbanistiche ancorate al passato»

IlPiacenza è in caricamento