FiorenzuolaToday

A Fiorenzuola si allarga la rete di defibrillatori

Nel pomeriggio di giovedì 25 febbraio è stato donato al Comune un nuovo mezzo salvavita, dalla fiorenzuolana Elena Mussida, che si aggiunge agli altri undici presenti su territorio comunale. Il defibrillatore è stato installato nell'atrio dell'ex convento San Giovanni, di fianco all'ingresso dell'Auditorium

Il momento della consegna

La rete di defibrillatori dislocati nei punti strategici di Fiorenzuola si allarga. Nel pomeriggio di giovedì 25 febbraio, è stato infatti donato al Comune un nuovo mezzo salvavita, dalla fiorenzuolana Elena Mussida.

Il defibrillatore, che si aggiunge agli altri undici presenti su territorio comunale, è stato installato nell'atrio dell'ex convento San Giovanni, di fianco all’ingresso dell’Auditorium.

Presenti, durante l’inserimento nell’apposita teca, il sindaco Giovanni Compiani, il vicesindaco Giuseppe Brusamonti, l’assessore Augusto Bottioni, Silvana Passera di Progetto Vita e Sonia Aletti in rappresentanza di Aido.

“La donazione – ha annunciato Mussida - comprende anche un corso di formazione sull’uso del defibrillatore aperto a tutta la cittadinanza”. Di questo verrà data comunicazione da parte dell’Amministrazione, non appena organizzato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento