Lunedì, 20 Settembre 2021
Fiorenzuola Today Fiorenzuola d'Arda / Piazza Fratelli Carlo E Giovanni Molinari

A luglio il teatro "trasloca" in piazza. Al via sabato 10 con l'amore di Shakespeare raccontato da Mino Manni

Da Shakespeare a Manzoni: appuntamenti nei sabato sera di luglio con il teatro in piazza Molinari

«Spettacoli che uniscono la voce straordinaria di Mino Manni con la musica e che raccontano tematiche di straordinaria attualità, ispirandosi ai classici come Shakespeare e Manzoni». Così l’assessore alla Cultura del Comune di Fiorenzuola Massimiliano Morganti ha illustrato gli appuntamenti che, per i sabato sera di luglio, porteranno «grande cultura nella piazza del paese (piazza Molinari, nda)». Serate ad ingresso gratuito e nel rispetto delle norme anti contagio.

Si inizia sabato 10 luglio alle 21,30 con "Shakespeare: se l'amore è cieco, la notte è il suo elemento”. Il palco “naturale” sarà il sagrato della Collegiata. «Farò quello che più amo fare, ovvero il teatro con grandi autori e classici che tanto hanno da insegnarci», ha spiegato l’attore piacentino Mino Manni sperando che siano tanti i giovani in platea, in quanto si tratta di «autori studiati a scuola, reinterpretati per parlare direttamente al pubblico».

Il primo spettacolo vuole essere «un viaggio alla scoperta dell'amore: un sentimento unico, misterioso e inafferrabile che nessuno come William Shakespeare ha saputo restituirci così meravigliosamente in tutta la sua complessità e altezza». «Shakespeare – ha proseguito Manni - ancora oggi racconta cose attualissime, come evolve il rapporto dell’amore. Lo spettacolo insegna i valori del rispetto della donna e del rapporto di coppia, cosa che manca in questi tempi. Shakespeare insegna questo con la sua poesia e in un’ora di spettacolo si attraversa la vita della coppia». Un reading teatrale, dunque, a due voci delle scene d'amore più famose scritte dal Bardo: si partirà dall'amore puro e assoluto di Romeo e Giulietta e da quello ilare e favolistico del Sogno di una notte di mezza estate, giungendo all'ardito e furioso corteggiamento della Bisbetica domata; dall'amore ambiguo e seduttivo di Riccardo III a quello folle e tragico di Amleto; dal legame sanguinario tra Macbeth e Lady Macbeth alla passione sensuale e perduta di Antonio e Cleopatra, arrivando infine alla tragedia della gelosia di Otello. Ad accompagnare e condurre il pubblico in questo percorso, la musica evocativa di un violino. «Non si tratta solo di una serata di alta cultura – è stato aggiunto -, ma di un'esperienza emotivamente coinvolgente che farà riscoprire al pubblico la profondità e la sorprendente attualità delle parole di Shakespeare, che ancora ci riguardano anche a quattro secoli di distanza». Come detto ingresso libero fino a esaurimento posti. Per info:tel: 0523 989274 / 0523 989250, e-mail: teatroverdi@comune.fiorenzuola.pc.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A luglio il teatro "trasloca" in piazza. Al via sabato 10 con l'amore di Shakespeare raccontato da Mino Manni

IlPiacenza è in caricamento