rotate-mobile
Venerdì, 26 Novembre 2021
Fiorenzuola Today Castell'Arquato / Strada Ricò

«Aldo è un buono, non ce lo saremmo mai aspettato ma il coma lo aveva cambiato per sempre»

Il sindaco e il parroco di Castellarquato sul luogo del tentato omicidio: «Un'influenza dopo il pensionamento lo costrinse al coma farmacologico per più di un mese. Da quel momento non è più stato lo stesso ed era seguito dai servizi sociali»

"Una persona benvoluta da tutti, faceva il cantoniere comunale ed era molto conosciuto": il sindaco di Castellarquato Ivano Rocchetta, il parroco don Giuseppe Rigolli e i vicini di casa mai si sarebbero aspettati il gesto di Aldo Silva, 62enne residente in strada Rico. Una volta appresa la notizia del tentato omicidio della moglie e del figlio, il primo cittadino e il parroco si sono precipitati davanti all’abitazione in cui i Silva vivevano. «E’ una comunità tranquilla la nostra e quella è una famiglia per bene. Dobbiamo riunirci tutti in preghiera per il povero figlio e la moglie» - ha detto don Rigolli.  «E’ stato un nostro dipendente comunale per diversi anni, dopo il pensionamento nel 2015 è stato colpito da una terribile influenza che lo ha tenuto in coma per una cinquantina di giorni – è intervenuto Rocchetta -. Da lì non è stato più lo stesso, era in cura ed era stato sottoposto ad un Tso (Trattamento sanitario obbligatorio). Si lamentava con me che gli stavamo addosso e che vigili e carabinieri lo avrebbero seguito più volte, ma non era assolutamente vero». «E’ sempre stato molto conosciuto da tutti a Castellarquato, era una persona gioviale, come diciamo noi piacentini una ‘sagoma’ di persona ma buona, che non ha mai fatto del male a nessuno. Penso - ha dichiarato il sindaco - che la vicenda di salute che ha avuto nel 2015 lo abbia segnato irrimediabilmente. In questo momento le parole sono superflue per questa tragedia inaspettata per la nostra comunità. Non si sarebbe ma i pensato che Aldo potesse arrivare a fare una cosa del genere. È un momento solo di dolore, di preghiera e di speranza che Vilma e Marco possano tornare come prima».

Tentato omicidio a Castellarquato ©Trespidi/ilPiacenza

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Aldo è un buono, non ce lo saremmo mai aspettato ma il coma lo aveva cambiato per sempre»

IlPiacenza è in caricamento