FiorenzuolaToday

Amministratori e pendolari compatti per «evitare il declassamento della stazione»

Sit-in di fronte alla stazione di Fiorenzuola per ribadire la propria contrarietà alla chiusura della biglietteria. I 'Pendolari Valdarda': «Dopo l'incontro con l'assessore Donini la situazione è peggiorata»

Sindaci e pendolari riuniti di fronte alla stazione di Fiorenzuola (foto Trespidi)

Sit-in di fronte alla stazione ferroviaria di Fiorenzuola per ribadire la propria contrarietà alla chiusura della biglietteria. Compatti, uniti come in una squadra al di là del “colore” politico, c’erano i sindaci dei Comuni della Valdarda. Insieme a loro anche chi, da più di un anno a questa parte, cerca di evitare su più fronti «un declassamento della stazione»: i pendolari.

Lo scorso sette dicembre l’assessore regionale ai Trasporti, Raffaele Donini, era venuto a Piacenza per annunciare «l’impegno della Regione a coprire le spese del servizio». «Da lì però la situazione è peggiorata, non tanto per la biglietteria – dicono i rappresentanti dell’associazione ‘Pendolari Valdarda’ – ma per il servizio in generale di Trenitalia». Ci spiega Fabio Turci: «Avevamo fatto richiesta di rendere effettive le correlazioni (le coincidenze nda) nel tardo pomeriggio sui treni di rientro da Milano. Cos’hanno fatto? Il treno Piacenza-Rimini che sarebbe dovuto partire un minuto dopo, come ci avevano garantito, aspettando il Milano-Piacenza, lo hanno anticipato di ben tre minuti». Tra le altre beffe subite da chi ogni giorno usufruisce del trasporto pubblico su rotaia, «quello del tavolo tra Lombardia, Emilia Romagna, Confindustra Piacenza e la presidente della Provincia Patrizia Barbieri, senza alcun coinvolgimento delle associazioni». «La loro intenzione – prosegue Turci – sarebbe quella del supporto delle linee del basso Lodigiano, una sorta di “metropolitana leggera” che però andrebbe a discapito dei pendolari della Valdarda: quelle linee di TreNord partirebbero da Piacenza e i pendolari dell’Emilia diretti verso Milano sarebbero costretti a scendere in città per poi prendere il treno diretto in Lombardia. Con un conseguente calo dell’utilizzo della stazione di Fiorenzuola e un suo declassamento».

In stazione, vicino ai sindaci e ai pendolari, erano presenti anche i rappresentanti di Movimento 5 Stelle con la consigliera comunale Elena Rossini («invito il sindaco, da poco consigliere provinciale, a portare il tema anche in Provincia»), quelli di Sinistra per Fiorenzuola, il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Giancarlo Tagliaferri: «Il traffico ferroviario in Emilia Romagna ha avuto un incremento enorme. Il problema è che all’aumentare delle persone che ne fanno uso, diminuiscono i servizi e noi dobbiamo evitare che questo accada. Abbiamo fatto bene ad unirci in squadra, la Regione è molto attenta a questi movimenti dei sindaci, compatti tra loro per migliorare le situazioni critiche». «Speriamo che questa iniziativa ci porti a breve ad essere convocati per avere qualche buona notizia» ha detto il sindaco di Fiorenzuola Romeo Gandolfi, mentre il primo cittadino di Cortemaggiore Gabriele Girometta ha concluso invitando i suoi colleghi in fascia tricolore «ad approvare in Consiglio comunale un ordine del giorno con oggetto la biglietteria della stazione di Fiorenzuola».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Piacenza usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento