rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Fiorenzuola Today Castelvetro Piacentino

Arrestate le “nutrie della Bassa”, stroncato dai carabinieri di Cremona un grosso giro di spaccio

I carabinieri della Compagnia di Cremona hanno messo fine a un grosso giro di spaccio che da mesi andava avanti nella Bassa piacentina e lungo le rive del Po nel cremonese. Dopo un blitz sono finiti in manette tre magrebini senza fissa dimora

Da un appartamento nella periferia di Cremona si spostavano, anche grazie alle auto dei loro clienti, nelle campagne della Bassa piacentina e lungo le rive del Po a Cremona per spacciare. Tre magrebini senza fissa dimora, due di 29 anni e uno di 20, sono stati arrestati dai carabinieri della Compagnia di Cremona nella giornata di venerdì 16 febbraio in quello che era il loro covo, in via Rivoli. Qui dopo un blitz sono stati trovati in possesso di centoquaranta grammi tra eroina e cocaina dal valore di 15mila euro all’ingrosso, oltre a più di tremila euro in contanti, materiale usato per il confezionamento della droga e una pistola giocattolo che si presume possa essere servita per intimorire i clienti o le altre bande di spaccio della zona. Sono tutti e tre accusati di detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio

Si tratta di un grosso giro a cui i militari hanno messo fine dopo mesi di lavoro e che fruttava per i tre un ricavo  netto di circa centocinquantamila euro al mese (il ricavo giornaliero era di circa cinquemila euro). Dal mese di novembre alcuni nordafricani provenienti dal milanese si appostavano nelle campagne della Bassa per spacciare. In particolare le piazze di smercio della droga erano situate a Castelvetro e sulle rive del Po tra i comuni di Caorso e Monticelli d’Ongina, nelle frazioni di San Giuliano, San Pedretto e Olza. Da quest’ultimo luogo, il nome in codice con cui gli acquirenti chiamavano la banda di spacciatori: “le nutrie di Olza”. L’eroina veniva ceduta a venti euro al grammo, mentre la cocaina tra i sessanta e ottanta euro a mezzo grammo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestate le “nutrie della Bassa”, stroncato dai carabinieri di Cremona un grosso giro di spaccio

IlPiacenza è in caricamento