rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Fiorenzuola Today Fiorenzuola d'Arda

Aumentano i canoni degli alloggi Erp, la minoranza: «Non nascondetevi dietro la normativa regionale»

Aumenti del fino al 10 per cento per i canoni degli alloggi popolari Erp gestiti da Acer. Savinelli e Mainardi: «Sarebbe opportuna una discrezionalità dell’Amministrazione comunale nel definire meglio alcuni incrementi»

Aumenti del fino al 10 per cento per i canoni degli alloggi popolari Erp gestiti da Acer. L’argomento è stato al centro del Consiglio comunale del 30 ottobre. «La Regione Emilia Romagna – ha introdotto la discussione la vicesindaco Paola Pizzelli - ha individuato 3 fasce in cui collocare gli assegnatari di Erp: una fascia di protezione per gli assegnatari con Isee fino a 7500 euro, una fascia di accesso per gli assegnatari con Isee da 7.500,01 euro a 17.154, una fascia di permanenza per gli assegnatari con Isee da euro 17.154,01 euro a 24.016 euro. Per tutte le 3 fasce, il valore del patrimonio mobiliare deve rientrare nei limiti stabiliti dalla Regione (35mila per le prime due, 49mila per quella di decadenza). Per gli assegnatari con Isee fino a 7.500 euro il canone di locazione viene stabilito tenendo conto solo del valore Isee. Per chi ha una Isee con valore da 7.500,01 euro a 17.154, il canone di locazione consisterà nel canone oggettivo dell'alloggio, sul quale saranno applicati sconti dal 5% al 50%, a seconda della fascia in cui si rientra.  Infine, per gli assegnatari con Isee da 17.154 euro fino a 24.016 il canone di locazione è pari al canone oggettivo dell'alloggio (canone determinato in base alla superficie dell’alloggio, oltre ai parametri qualitativi). Per quanto riguarda la fascia di protezione il canone sarà pari al 15 per cento del valore Isee, mentre per quanto riguarda la fascia di decadenza il canone oggettivo verrà maggiorato del 20 per cento». Nel nostro comune ci sono 202 nuclei famigliari che risiedono negli alloggi Acer che, dopo la deliberazione di Consiglio, vedranno un aumento del canone medio: da 100,74 euro al mese si arriverà a 111,43 euro.

Contraria la maggioranza che, compatta, ha votato “No” alla delibera. «La normativa regionale distingue le tre fasce di accesso e permanenza. Forse sarebbe opportuna una discrezionalità politica dell’Amministrazione comunale nel definire meglio alcuni incrementi» ha detto Paolo Savinelli (Pd). Per Nando Mainardi (Sinistra per Fiorenzuola) «l’Amministrazione non può nascondersi dietro la normativa regionale: ok che si parla di cifre ridotte ma ci sono situazioni famigliari con redditi molto bassi. Avete fissato l'aliquota del 15 per cento per determinare il canone della fascia di protezione, quando potevate benissimo fermarvi al 10 per cento».

In consiglio per dare ulteriori chiarimenti c’erano anche il presidente e il direttore di Acer Piacenza, Losi e Cavanna: «Il nuovo canone è il più basso in tutta la Regione, solo che la nostra provincia ne risente maggiormente perché è dal 2003 che non vengono apportati adeguamenti. La Regione con queste impostazioni vuole modificare l’alloggiamento degli inquilini: se fino ad oggi le case venivano “trasmesse” di padre in figlio, oggi per l’ente regionale la casa non è più un elemento duraturo». La vicesindaco Pizzelli ha assicurato che sarà cura dell’Amministrazione essere al fianco delle famiglie in difficoltà con opere di sostegno. Già in questi giorni sono state svolte assemblee condominiali con gli inquilini residenti negli alloggi Erp al fine di illustrare i “cambiamenti” ai quali saranno soggetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumentano i canoni degli alloggi Erp, la minoranza: «Non nascondetevi dietro la normativa regionale»

IlPiacenza è in caricamento