menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra Minari, Gandolfi e Pizzelli

Da sinistra Minari, Gandolfi e Pizzelli

«Azzerate fino a fine anno le rette per mense, asili e trasporti»

Lo ha deciso la Giunta. Azzerate fino al 31 dicembre anche le rette per la consegna dei pasti a domicilio per gli anziani e le utenze per i residenti della casa protetta Faini. Pizzelli: «In estate garantiti tutti i servizi in sicurezza»

«Le rette dell’asilo nido e spazio bimbo di Fiorenzuola, quelle di mense, trasporti e scuola dell’infanzia saranno azzerate per gli ultimi tre mesi dell’anno, così come quelle previste per la consegna dei pasti a domicilio per gli anziani e le utenze per i diciotto residenti della casa protetta Faini di corso Garibaldi». Lo fa sapere la Giunta comunale che ha assunto la decisione «dopo un constante monitoraggio delle spese in modo da poter massimizzare le azioni verso le famiglie». «Il valore complessivo di questi abbattimenti sulle entrate – spiega l’assessore al Bilancio Marcello Minari - è di 315mila euro. Con le economie di spesa sarà inoltre possibile nelle prossime settimane procedere anche all’erogazione di ulteriori 39mila euro circa di buoni spesa per generi di prima necessità, che si aggiungono agli 85mila finanziati dalla Protezione civile ed erogati durante il primo lockdown della scorsa primavera». «Insieme ai soggetti appaltatori dei servizi ed a tutti i partner istituzionali – interviene il sindaco Romeo Gandolfi -, si è riusciti a gestire una situazione difficile nella quale si poteva correre il rischio di prendere decisioni affrettate che non avrebbero dato benefici concreti alle famiglie. Ora con un quadro più completo e realistico della situazione, sia gestionale che di bilancio riusciamo, almeno per questo terribile 2020, a sgravare in maniera significativa tutte le famiglie senza distinzione di fascia di età o di reddito».

«IN ESTATE GARANTITI IN SICUREZZA TUTTI I SERVIZI»

La vicesindaco Paola Pizzelli, assessore con deleghe a Sanità, Pubblica istruzione e Politiche sociali, ha voluto fare un bilancio su quanto messo in atto dal Comune nei mesi estivi per andare incontro alle famiglie. «C’è stato un grande sforzo istituzionale per consentire la riapertura di tutti i servizi attraverso co-progettazioni mirate a sostenere le famiglie di Fiorenzuola. L’assistenza scolastica agli alunni disabili è ripresa appena possibile in forma domiciliare e anche i centri per disabili ed i centri diurni per anziani sono ripresi in sicurezza con grande sforzo dei soggetti gestori». Garantiti anche i centri educativi di via Tolla e i centri estivi, «settore in cui, grazie ad una grande sinergia tra Comune e Fiorenzuola Patrimonio – prosegue Pizzelli -, si è riusciti ad intercettare il maggior numero possibile di famiglie, abbattendo notevolmente il costo settimanale, in alcuni casi del 50 per cento, rispetto al 2019. Ovviamente garantire questi servizi ha comportato notevoli investimenti». A settembre è stato affrontata la riapertura dei plessi scolastici insieme all’Istituto comprensivo, attività che ha visto impegnato il Comune nelle sue varie articolazioni, dall’ufficio Tecnico alla Pubblica istruzione.

Sostenere le famiglie che in questi mesi sono state penalizzate dalle necessarie interruzioni di servizi, «è stata fin dall’inizio dell’emergenza la nostra filosofia – conclude il sindaco Romeo Gandolfi -, in una situazione in cui una politica di affrettati contributi a pioggia avrebbe potuto essere vanificata dai costi dei servizi. Ora speriamo che il Governo ascolti gli Enti Locali e metta in campo misure concrete il prima possibile per il 2021, che ormai è alle porte e sul quale sarà necessario lavorare ancora di più rispetto a quest’anno».   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Allargare la cava significa più inquinamento per la zona»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento