FiorenzuolaToday

Bascherdeis, a Vernasca presenze da record per l'XI edizione

La carica di 25mila persone ha preso d'assalto per un intero week-end il piccolo borgo di Vernasca, che sabato 25 e domenica 26 luglio ha ospitato per l'undicesimo anno il Festival Bascherdeis

Nella foto, uno dei tanti spettacoli di strada andati in scena a Vernasca

La carica di 25mila persone ha preso d'assalto per un intero week-end il piccolo borgo di Vernasca, che sabato 25 e domenica 26 luglio ha ospitato per l'undicesimo anno il Festival Bascherdeis.

Undici anni in cui il festival, molto rinomato in tutto i mondo, continua a crescere sia a livello di presenze di artisti e visitatori ma anche a livello qualitativo.

Anche quest'anno siamo andati a vedere gli spettacoli che la due giorni ha offerto a migliaia di visitatori e ancora una volta siamo rimasti stupiti.

Sono stati più di 120 gli spettacoli proposti nei due giorni dell'evento. Ad assistervi c'era gente di ogni età, gente proveniente dall'Emilia, dal Veneto dal Piemonte e dalla Lombardia.

Una sessantina sono stati invece gli artisti di strada, i giocolieri, i trampolieri i mangiafuoco e i musicisti, arrivati sulle nostre colline da Stati Uniti, Argentina, Kenya, Olanda, Regno Unito, Spagna, Francia, Ungheria, Belgio e Germania e naturalmente Italia.

Punta di diamante dell'edizione 2015 è stato Le Cirque du Platzak, una compagnia di 12 artisti nata nel 2011 dalla collaborazione tra una band klezmer (Platzak) e un gruppo di studenti dell'Accademia di Circo e Arti dal Vivo di Tilburg. Le Cirque arriva a Vernasca con il suo nuovo show "Kermiz", un'avventura circense oscura come una favola dei Grimm, che unisce l'atmosfera del circo tradizionale con quella del cirque nouveau, condendole con una travolgente musica gitana. Una novità anche lo spazio di esibizione: per la prima volta è stata utilizzata Piazza Roma, ribattezzata "piazzetta circus", d'ora in avanti dedicata ad eventi speciali.

Tra i gioielli dell'edizione 2015, le acrobate di Cadute dalle Nuvole hanno fatto restare a testa in su grandi e piccini con il loro show "Dandelion", in cui le acrobazie aree si fondono con la danza e il teatro.

Tantissimi quest'anno i gruppi musicali presenti, che hanno accompganto i visitatori lungo le vie affollate di Vernasca con diversi generi musicali, come il giovane ed acclamato cantautore piacentino Giuseppe Libe' che in versione busker ha proposto le proprie canzoni che puntano dritto al cuore del pubblico.

Più di 200 sono stati i volontari messi in campo dall'Associazione Appennino Cultura e dal Comune di Vernasca, che con il contributo della Fondazione di Piacenza e Vigevano e della CCIAA, sono riusciti ancora una volta ad organizzare una manifestazione di alto livello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento