Lunedì, 20 Settembre 2021
Fiorenzuola Today Alseno

Abbazia di Chiaravalle della Colomba, il benvenuto ai pellegrini della Road to Rome

E' previsto sabato 14 agosto dalle 19 presso l'abbazia di Chiaravalle della Colomba l'evento di benvenuto ai pellegrini della Road to Rome. Santa Messa in Basilica e performanca teatrale "Bernardo - Dante - Verdi". Al termine saluto conviviale nel Chiostro dell'Abbazia

Si rinnova la storia e la tradizione della ospitalità sacra piacentina verso tutti i pellegrini e viandanti che, in 1688 anni almeno in base ai documenti dal 333 d.c ad oggi, sono transitati, hanno sostato, vissuto, pernottato e mangiato lungo le “vie Francigene” che attraversano la ampia diocesi di Piacenza-Bobbio, dal guado del fiume Po a Soprarivo di Calendasco fino a oltre Bedonia e Compiano a pochi chilometri dalla Lunigiana e Pontremoli.

Ai pellegrini del 2021 che transitano a Piacenza per Ferragosto provenienti da Canterbury e diretti a Roma, il Comitato Tratta Piacenza delle vie Francigene, grazie al contributo della Banca di Piacenza, con il patrocinio del comune di Alseno, dell’Associazione Europea, della provincia di Piacenza , del TCI nord Emilia e di tante altre associazioni, federazioni, opere, organizzazioni viene riservata una serata sabato 14 agosto presso la Basilica di Chiaravalle della Colomba a partire dalle ore 19 con la Santa Messa di precetto per l’Assunzione di Maria.  

Evento nell’evento la performance e pièce organizzata da AndArts di Alessandra Toscani.  "Nell’anno delle celebrazioni Dantesche – spiega e chiarisce l’autrice e attrice Alessandra Toscani -   presentare in anteprima nell’Abbazia di Chiaravalle una performance di parole e musica in cui si uniscono  i  tre grandi nomi  in onore dell’Assunta, significa offrire un’esperienza  spirituale e culturale frutto di un  dialogo virtuale tra le arti.  Un dialogo che trova la ragione del proprio esistere nella preghiera declamata da Bernardo nel Canto XXXIII del Paradiso e musicata da Verdi con il titolo 'Laudi alla Vergine' in relazione alla quale è iniziata l’esplorazione a ritroso dei differenti percorsi creativi ed umani"  

Come si crea il palinsesto della pièce? Frutto di una ricerca condotta in ottica spirituale,  la performance dal titolo "Guarda la stella" - refrain di un componimento poetico scritto in latino da Bernardo per Maria - racconta in libera sequenza un’ispirazione comune che ha guidato i tre famosi ospiti nell’espressione del proprio linguaggio oltre che  della visione della vita.

Prosegue Toscani: "Maria, il cui nome significa Stella del Mare, accompagna Bernardo nella missione di monaco Cistercense;  è citata da Dante in numerosi versi della Commedia  per sottolinearne la presenza costante; è invocazione di preghiera in diverse opere oltre che nei pezzi sacri di Verdi".

Non appare scontato il dialogo e l’incontro, in terra di Verdi, fra un san Bernardo e un Dante Alighieri? "L’altisonante triade composta dai nomi Bernardo, Dante e Verdi, è rappresentata in questo racconto  con l’essenzialità delle parole oranti  poetiche e musicate ricomposte in  una struttura narrativa formata da un’introduzione, 5 interpretazioni poetico-musicali,  un congedo.   Quali tappe emozionali di un itinerario interiore, al parlato Bernardo-Dante segue l’esecuzione delle composizioni verdiane scelte  tra le più famose e le più sconosciute la cui musicalità è qui interpretata dalla formula cameristica dell’Ensemble Gulli con l’intento di sottolinearne le sonorità più intime e contemplative in armonia con le atmosfere del luogo".

Al termine dello spettacolo musicale-teatrale, solo su prenotazione ed invito e con stretto controllo del protocollo Covid per igiene, mascherina, distanza e green pass personale, nei luoghi chiusi della Basilica ci sarà un ricordo di colazione cena dei pellegrini che nei secoli hanno apprezzato i cibi piacentini, soprattutto quelli a lunga durata per il viaggio, decretando piacenza capitale della conservazione del cibo e meta obbligata.

Un grazie al salumificio Peveri di Alseno, al caseificio AgriPc Latte-APL di Cortemaggiore, alla cantina Romagnoli, ai fornai e dolciari del luogo, che ripropongono tutti i cibi e vini della antica tradizione, Doc-Dop, piacentina diventati un blasone e una ricchezza che anche i moderni Templari dovranno difendere come guardiani del pellegrini presenti.   

Abbazia BENVEGNU  locandina programma  14ago2021-page-001-3

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbazia di Chiaravalle della Colomba, il benvenuto ai pellegrini della Road to Rome

IlPiacenza è in caricamento