FiorenzuolaToday

Dalla Regione 11mila euro per valorizzare il fondo librario di Braibanti

Soddisfatto l'assessore Morganti: «Avanzare il primo passo sul fondo Braibanti ci gratifica, perché consentirà alla città di Fiorenzuola di potersi fregiare di un prestigioso patrimonio librario»

Impiegati e volontari della biblioteca di FIorenzuola in una foto di repertorio. Sotto Aldo Braibanti

11 mila euro da destinare alla collocazione del fondo librario donato dalla famiglia Braibanti alla città di Fiorenzuola. Se li è aggiudicati l’Amministrazione comunale di Fiorenzuola grazie alla partecipazione ad un bando indetto dalla Regione Emilia Romagna, dedicato alle biblioteche. «Abbiamo preso parte al bando con diversi progetti – fa sapere l’assessore con delega alla Cultura, Massimiliano Morganti. Questa assegnazione di risorse assume un ruolo chiave nella valorizzazione del fondo, poiché rappresentano l'opportunità di acquistare, con il co-finanziamento regionale, gli scaffali compatti necessari a riordinare il materiale e ad avviare il percorso di catalogazione, per il quale sarà indispensabile il contributo di autorevoli esperti».

Questo patrimonio di libri e altro materiale di Aldo Braibanti (partigiano, poeta, scrittore sceneggiatore, drammaturgo oltre che mirmecologo), fu infatti donato nel 2014, successivamente alla sua scomparsa, al Comune di Fiorenzuola, ed è stato sino ad oggi collocato nella ex sede municipale, senza possibilità di consultazione.

articleLe risorse assegnate al Comune di Fiorenzuola, rappresentano il 50% circa della cifra che occorre per l'acquisto della strumentazione che serve all'Ente per avviare la valorizzazione del fondo. Spiega ancora Morganti: «Nel momento stesso in cui abbiamo assunto la decisione di partecipare al bando, vi è stata ampia condivisione con i colleghi dell'Amministrazione sulla necessità di individuare le risorse economiche per il co-finanziamento di questo acquisto. Le risorse quindi ci sono».

Grande la soddisfazione del bibliotecario, il Dott. Francesco Mazzetta: «L'aggiudicazione del contributo è frutto di un lavoro effettuato in stretto coordinamento con l'Istituto dei Beni Culturali della Regione Emilia Romagna che riconosce l’impegno a rendere fruibile il fondo Braibanti». «Il rinnovamento – conclude l’assessore alla Cultura – passa anche dalla valorizzazione dell'esistente. La Biblioteca di Fiorenzuola rappresenta un punto di riferimento molto importante nel sistema bibliotecario piacentino. Avanzare il primo passo sul fondo Braibanti ci gratifica, perché consentirà alla città di Fiorenzuola di potersi fregiare di un prestigioso patrimonio librario. Renderlo disponibile alla collettività significa dare seguito in modo concreto alla volontà della famiglia Braibanti, che lo ha donato alla città non certo per lasciarlo dormiente in una stanza inaccessibile a chiunque».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento