FiorenzuolaToday

Cadeo, un sostegno per accedere ai servizi educativi estivi

Accadrà grazie all'adesione del Comune ad un progetto finanziato dal Fondo Sociale europeo, che sostiene le famiglie che hanno necessità di utilizzare servizi educativi per i bambini della fascia 3-13 anni

Immagine di repertorio

A Cadeo centri estivi e grest per diverse famiglie potranno essere a costo zero. Accadrà grazie all'adesione del Comune di Cadeo al "Progetto per la conciliazione vita-lavoro" finanziato dal Fondo Sociale europeo, che sostiene le famiglie che hanno necessità di utilizzare servizi educativi per i bambini della fascia 3-13 anni, non solo durante i mesi estivi ma in tutti i tempi di sospensione delle attività scolastiche.

«Questo progetto è in linea con il nostro desiderio di fornire un aiuto alle famiglie in cui entrambi i genitori lavorano - ha sottolineato il sindaco Marco Bricconi -; un supporto sempre necessario, anche trascorsi gli anni pre-scolari». «È uno strumento simile ai voucher della prima infanzia che noi distribuiamo come Comune - ha aggiunto il vicesindaco Marica Toma -. Accogliamo sempre con entusiasmo ogni progetto che punti all'inclusione e ostacoli la marginalità sociale. Poter usufruire di  spazi educativi anche nel tempo libero dalla scuola equivale a maggiore possibilità di avere e mantenere un lavoro, anche per le donne». 

Il finanziamento regionale è destinato alle famiglie residenti a Cadeo  e nei Comuni dell'Unione con figli nati tra il 2005 e il 2015 e ammonterà a 70€ settimanali per bambino e per una massimo di tre settimane ( in ogni caso il contributo dovrà essere pari al costo dell'iscrizione). Requisiti fondamentali per l'accesso alla graduatoria di contributo oltre all'età e alla residenza, saranno famiglie con entrambi i genitori lavoratori, Isee non superiore ai 28mila euro e iscrizione a un Centro Estivo che ha aderito al progetto regionale. Le domande saranno raccolte a partire da metà maggio, seguirà l'elaborazione di una graduatoria distrettuale delle famiglie individuate come possibili beneficiari, fino ad esaurimento del budget distrettuale a cui fa capofila Fiorenzuola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento