rotate-mobile
Fiorenzuola Today Cadeo

Calci e pugni alle vetrine del DPiù e botte ai carabinieri, clandestino arrestato

Ubriaco fradicio prende a calci i carrelli, a pugni le porte a vetri e infine si scaglia anche contro i carabinieri del Radiomobile. E' successo nella giornata del 1 maggio a Roveleto e in manette è finito un 19enne del Ciad. In tasca aveva anche un coltello

Ubriaco fradicio prende a calci i carrelli, a pugni le porte a vetri e infine si scaglia anche contro i carabinieri. E' successo nella giornata del 1 maggio a Roveleto e in manette è finito un 19enne del Ciad senza fissa dimora, clandestino e con precedenti che è stato arrestato dai carabinieri del Radiomibile per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, lesioni, danneggiamento e porto abusivo di coltello davanti al DPiù sulla via Emilia. Lo straniero sarebbe solito chiedere l'elemosina davanti al supermercato ma il primo maggio, completamente in preda ai fumi dell'alcol improvvisamente ha preso a calci i carrelli per poi colpire con diversi pugni le vetrine del negozio, danneggiandole. Il responsabile ha chiamato il 112 che ha inviato sul posto una pattuglia del Radiomobile. Il giovane quando li ha visti si è scagliato come una furia anche contro di loro e li ha presi a calci e pugni, ne è nata una colluttazione al termine della quale è stato ammanettato e portato in caserma. Addosso aveva anche un coltello lungo 22 centimetri. Sarà processato per direttissima il 3 maggio, ora si trova nelle camere di sicurezza della compagnia dei carabinieri di Fiorenzuola. I carabinieri sono stati medicati in pronto soccorso: entrambi hanno ricevuto una prognosi di sette giorni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calci e pugni alle vetrine del DPiù e botte ai carabinieri, clandestino arrestato

IlPiacenza è in caricamento