menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto: Varesina Calcio (fonte Facebook)

Foto: Varesina Calcio (fonte Facebook)

Calcio, la Varesina inguaia il Fiorenzuola: 0 - 1 per i rossoneri

La Varesina passa al Comunale di misura e fa sprofondare i rossoneri in classifica a nove punti dalla salvezza diretta e a meno sette dalle dirette concorrenti Grumellese e Virtus Bergamo

La Varesina passa al Comunale di misura e fa sprofondare i rossoneri in classifica a nove punti dalla salvezza diretta e a meno sette dalle dirette concorrenti Grumellese e Virtus Bergamo. A complicare ulteriormente la situazione ci pensano i regolamenti: nel caso in cui a fine campionato i punti dovessero diventare superiori a sette, i play out non verrebbero nemmeno disputati ed il Fiorenzuola retrocederebbe direttamente. Nel primo tempo gli uomini di Mister Galli giocano discretamente, soprattutto tenendo conto delle assenze importanti nel reparto offensivo. Dopo una decina di minuti della ripresa Reggiani ingenuamente colpisce col braccio la palla in area e, dopo il rigore trasformato da Tino, Corradi calcia il pallone addosso ad un giocatore avversario, gesto che gli costa la doccia anticipata e l’inferiorità numerica al Fiorenzuola. A compromettere definitivamente le poche speranze rossonere ci pensa poi Reggiani, che prende il secondo giallo e viene espulso, lasciando così i compagni in nove. L’unica nota positiva della giornata è rappresentata dalla prestazione del giovane primavera Maggi, che entra nella ripresa giocando con personalità e grinta. Interamente cresciuto nel settore giovanile rossonero, fa ben sperare per il futuro.

Con Sessi, Girometta infortunati e Morga squalificato, Galli in partenza schiera Corradi in porta; Fogliazza, Piva, Reggiani e Guglieri a formare la linea difensiva; Donati, Molinelli, Petrelli e Mameli a centrocampo; con Franchini e Castagna in attacco. La Varesina risponde con un classico 4-3-3. 

Il Fiorenzuola parte con determinazione e prova a fare la partita. Ci prova prima Guglieri con il mancino dalla distanza, ma la palla scheggia il palo esterno. Poi è Petrelli ad andare alla conclusione, ma Castagna si trova sulla traiettoria e respinge in modo involontario. Poco dopo è lo stesso Castagna ad andare al tiro, ma la sua conclusione va di poco alta sopra la traversa. Ci vogliono 20 minuti prima di vedere la Varesina dalle parti di Corradi, con Bigoni che costringere l’estremo difensore rossonero a controllare in due tempi il suo destro dal limite dell’area. Nel finale di tempo il Fiorenzuola cala e cresce la Varesina, che su punizione di Tino costringe Corradi ad un intervento provvidenziale. Al 45’ su calcio d’angolo Reggiani vola più alto di tutti, ma il gran colpo di testa è intercettato da Sperduti, che in tuffo smanaccia sopra la traversa. 

La ripresa si apre con la stessa inerzia del primo tempo: il Fiorenzuola che crea gioco, ma non trova i varchi giusti per rendersi veramente pericoloso. Nei primi minuti ci prova Castagna a fornire un assist per Franchini, ma il numero dieci rossonero colpisce male la palla e l’azione sfuma. Al 12’ l’episodio che cambierà la partita: Reggiani, fino a quel momento autore di una buon prestazione, colpisce in area la palla col braccio. Per l’arbitro non ci sono dubbi nell’assegnare il calcio di rigore, ammonendo il difensore rossonero. Nel frattempo il direttore di gara nota il comportamento di Corradi, che va a dissestare col piede il dischetto ed estrae il cartellino giallo anche per lui. Della battuta s’incarica Tino, che non sbaglia spiazzando il portiere, 0-1. A quel punto Corradi, con un gesto di stizza, calcia la palla su un giocatore della Varesina, rimediando la seconda ammonizione e conseguente espulsione. Mister Galli è costretto così a sostituire Mameli per il secondo portiere D'Apolito e tutti gli schemi saltano.

A quel punto, al Fiorenzuola non resta che giocare solamente col cuore, alla ricerca disperata di raddrizzare la partita. Per contro la Varesina prova a gestire l’incontro e non correre eccessivi rischi, difendendosi con ordine ed approfittando delle ripartenze, inevitabilmente concesse per l’inferiorità numerica. Al 70’ Castagna cade in area per una trattenuta sospetta, ma l’arbitro fa cenno di proseguire tra le proteste fiorenzuolane. Dieci minuti più tardi Reggiani prende anche lui la seconda ammonizione e lascia il Fiorenzuola in nove uomini. Negli ultimi minuti, Maggi prova il filtrante in area ed Albizzati colpisce con la mano, ma per l’arbitro è tutto regolare. Finisce così, tra le proteste del pubblico, una partita che doveva assolutamente andare in altro modo.

Fiorenzuola: Corradi, Fogliazza, Guglieri, Petrelli, Piva, Reggiani, Donati (20’ st Maggi), Molinelli (28’ Simone), Castagna, Franchini, Mameli (14’ st D’Apolito). All. Galli

Varesina: Sperduti, Tino, Groppo, Lodi, Gabrielli, Albizzati, Baldan, Di Caro (21’ st Oldrini), Caldirola (21’ st Moretti), Bigoni (43’ st Zamparo), Urso. All. Spilli

Arbitro: Fiero di Pistoia (Balsini-Gallorini)

Ammoniti: Albizzati (V), Reggiani (F), Corradi (F), Piva (F)

Espulsi: Corradi (F) e Reggiani (F) per doppia ammonizione. 

Reti: 13’ st Tino(V) rig.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento