FiorenzuolaToday

Cargill e Tvmp pronte ad ampliarsi, presentate in consiglio le varianti al Rue

La prima necessita di costruire un parcheggio privato, mentre la seconda di espandersi con la costruzione di nuovi impianti industriali. Favorevoli alla delibera anche i consiglieri dem. Astenuto Mainardi

L'area che Cargill cederà al Comune

Due grosse aziende sono pronte ad investire sul territorio fiorenzuolano. La statunitense Cargill e la Tvmp di Fiorenzuola acquistano dal Comune terreni per ampliarsi. La prima necessita di costruire un parcheggio privato, mentre la seconda di espandersi con la costruzione di nuovi impianti industriali. Nell’ultimo Consiglio comunale di quest’anno, l’assessore all’Ambiente Franco Brauner ha presentato le delibere con la variante al Rue (Regolamento Urbanistico Edilizio) e al Psc (Piano Strutturale Comunale), che i consiglieri hanno votato per consentire di proseguire il percorso che porterà alle modifiche di destinazione dei terreni che verranno acquisiti dalle aziende.

«Cargill ha la necessità di espandersi e i vertici hanno proposto di acquisire dal Comune la parte di terreno antistante all’azienda, in via Cappuccini. La multinazionale cede in cambio al Comune un’area classificata edificabile in piazza Cati (dove si trovava l’essiccatoio del tabacco nda), già acquistata da parte dell’azienda, ma sulla quale non venne effettuata alcuna opera a causa della crisi edilizia. Facciamo quindi una permuta di queste due aree: l’azienda avrà così uno spazio da annettere all’ambito Cargill esistente, il quale verrà utilizzato per realizzare un parcheggio privato e forse un domani una palazzina con centro direzionale; noi avremmo invece uno spazio pubblico unitario, eventualmente edificabile o da destinare a parcheggio o ad area verde. Elementi importanti sono, in primis che nella zona permutata vicino alle case, non verranno realizzati spazi per la produzione che possano essere fonte di rumori. In secondo luogo via Capuccini verrà scaricata dal traffico pesante, deviando i mezzi che potranno accedere all’area dell’azienda attraversando la zona industriale».

Per quanto riguarda la metalmeccanica Tvmp, l’azienda aveva presentato già alcuni mesi fa insieme alla Giunta il progetto di ampliamento. «Questa impresa in continua crescita – ha detto Brauner nell’illustrare la delibera ai consiglieri – ha già utilizzato tutta l’area che aveva a disposizione per ampliarsi. Ci è stato richiesto di poter accedere agli spazi adiacenti in via Sardegna (dove ha sede l’azienda nda) adibiti fin dagli anni ’70 a parcheggi e verde pubblico, ma non sono mai stati utilizzati. Provincia, Arpa, Asl e vigili del fuoco, organi che siedo in Conferenza dei Servizi, hanno dato tutti parere favorevole in merito alla richiesta di Tvmp, la quale acquisirà l’area a titolo oneroso per un totale di 350mila euro. Oltre a questi l’accordo tra Comune e azienda prevede la progettazione a carico di quest’ultima della pista ciclabile di via Madonna Arda, con la realizzazione di tutte le opere di collegamento del percorso ciclopedonale all’area produttiva».

«Siamo a favore perché si da la possibilità a due importanti realtà di ampliarsi» ha detto Giuseppe Brusamonti che insieme ai “colleghi” di minoranza Sara Lusignani e Paolo Savinelli (Pd) ha dato parere positivo alla delibera. Astenuto invece il consigliere Nando Mainardi (Sinistra per Fiorenzuola): «Non condividiamo l’impostazione dei lavori da parte dell’Amministrazione, che continua a presentare singole varianti al Rue e al Psc e non un disegno complessivo della riorganizzazione della città. Si era detto che la commissione avrebbe fatto un discorso generale, ma la riunione si è svolta soltanto due ore prima della seduta del Consiglio comunale».

cati fiorenzuola-3

cati fiorenzuola-4

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento