rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
L'annuncio / Castell'Arquato

Castellarquato, quattro consiglieri uscenti danno vita ad un nuovo progetto

Freghieri e Rigolli (Terre Arquatesi) con Ferretti e Pezza (Futuro in Comune) uniscono le forze per una lista: «Veniamo da anni di immobilismo, si è assopito lo spirito di comunità»

«Nuova visione di cambiamento per Castellarquato, nuove figure si uniscono per il bene comune». Così quattro consiglieri comunali che erano su fronti diversi – Maurizio Ferretti e Valentina Pezza (Futuro in Comune, la maggioranza) e Marco Rigolli e Cristian Fraghieri (Terre Arquatesi, la minoranza) uniscono le forze e presenteranno un progetto comune. «In 5 anni di Amministrazione – spiegano i quattro - abbiamo avuto modo di confrontarci sul futuro e sul bene del paese. Siamo partiti da basi e posizioni diverse, chi provando a lavorare dall’interno della maggioranza per migliorare il nostro paese, chi costruendo un progetto alternativo e vigilando all'opposizione. In questi cinque anni ci siamo confrontati, abbiamo trovato molti punti di contatto e ci siamo resi conto che costruire qualcosa di ambizioso e di realmente innovativo insieme è possibile».

«Se da una parte si crea da oggi la possibilità di abbandonare un esperienza amministrativa passata che non ha saputo ben accogliere e valorizzare idee, persone e progetti, dall'altra si apre la possibilità di dialogare e ripensare il paese con una visione più allargata e condivisa. Da oggi pertanto annunciamo la nostra totale sintonia nell’unire le forze, insieme a tutti coloro che ogni giorno, da almeno 10 anni, vanno dicendo “a Castell’Arquato è ora di cambiare” e chiudere una fase, passaggio che riteniamo necessario per il nostro paese. Anni fatti di immobilismo e nei quali si è assopito lo spirito di comunità. Per questo costruiremo un gruppo aperto, trasparente e accogliente, attento in primis ai servizi alla persona, alla cura del nostro territorio e una nuova visione di amministrazione. Ognuno di noi ha le proprie simpatie politiche ma ci muoveremo in modo assolutamente trasversale, perché per far rinascere il nostro borgo occorre allargare lo sguardo ed avere obbiettivi comuni. Da oggi partiamo, sognando in grande ma guardando al quotidiano, nel rispetto degli avversari e sicuri che se amministrato con freschezza e con coraggio, potremmo far recitare al nostro amato paese il ruolo che merita».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castellarquato, quattro consiglieri uscenti danno vita ad un nuovo progetto

IlPiacenza è in caricamento