rotate-mobile
Il dialogo / Castelvetro Piacentino

Castelvetro, i sindacati: «Nel bilancio più fondi e attenzione al sociale»

Cgil, Cisl e Uil soddisfatti del confronto con il sindaco uscente Quintavalla: «In un anno 14 persone in più seguite a domicilio dal Comune»

Il potenziamento degli investimenti per il miglioramento della qualità sociale convince i sindacati confederali che si sono confrontati con il Comune di Castelvetro per la messa a punto del bilancio di previsione. «Dopo il Covid, e lo scioglimento dell'Unione con altri comuni della Bassa, non era scontato confermare l'impegno già espresso lo scorso anno e anzi aggiungere alcuni ulteriori contenuti qualificanti», fanno notare Luigi Baldini, Aldo Baldini e Pasquale Negro, segretari dei pensionati per Cgil, Cisl e Uil, che non nascondono la loro soddisfazione per i risultati concreti raggiunti, tra cui, fanno notare, é anche un nuovo assistente sociale che si affiancherà per affrontare le situazioni di fragilità del territorio.

«Il bilancio sociale passa da 685.969 a 756.765 euro e il continuo aumento di risorse per chi ha bisogno è un dato di fatto. L'impegno del sindaco Luca Quintavalla e della sua Giunta, aggiungono i sindacati confederali, è riuscito a mantenere una buona convenzione col Comune di Villanova, che insieme a personale competente ha saputo ben rispondere alle esigenze della collettività. Siamo certi che l'assunzione a Castelvetro di una seconda assistente sociale, potrà portare ulteriori vantaggi, in un momento certamente molto difficile: anche a Castelvetro sono in aumento le persone fragili e bisognose di aiuto e assistenza. Basta pensare che sono aumentate di 14 persone in più che necessitano di assistenza a domicilio, in un solo anno».

I riconoscimenti all'amministrazione attuale non sono finiti: «Tantissimi chilometri sono stati percorsi dai mezzi messi a disposizione dell'amministrazione per trasportare anziani soli o disabili in centri di cure o scuole. Importanti aiuti economici sono stati erogati per aiutare famiglie in forte difficoltà per pagare affitti, tasse e spese alimentari. Interventi qualificati sono stati realizzati insieme a Regione, Comune e Istituto Biazzi, a favore della popolazione anziana, integrando le rette, riaprendo il centro diurno e realizzando 5 mini alloggi per anziani. Opera importante che affronta la situazione di solitudine, disagio e che crea un servizio utile».

In sintesi quindi i sindacati dei pensionati di Cgil, Cisl, Uil esprimono il loro riconoscimento per il lavoro svolto in questi anni a favore delle persone anziani e fragili e portano l'esperienza di contrattazione sociale del comune di Castelvetro a esempio per gli altri comuni della provincia. All’incontro per la sottoscrizione del protocollo erano presenti per il comune di Castelvetro il sindaco Luca Quintavalla e l’assessore ai servizi sociali Chiara Bruni e, oltre ai segretari provinciali confederali, anche Pierluigi Caminati (Cisl) come coordinatore del distretto di Levante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelvetro, i sindacati: «Nel bilancio più fondi e attenzione al sociale»

IlPiacenza è in caricamento