rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Fiorenzuola Today Fiorenzuola d'Arda

Comune e Istituto Comprensivo insieme per l’iniziativa “Io sarò Stato”

Il progetto dal titolo "Io sarò Stato" vuole essere l'inizio di un percorso stabile e condiviso in cui le due istituzioni pubbliche si impegnano a costruire negli anni un'occasione stabile di consapevolezza civile e di crescita per i futuri cittadini

“I giovani sono i destinatari a cui ‘passare il testimone’ dei valori irrinunciabili di ogni civiltà (libertà, legalità, civiltà) nella ‘staffetta’ verso il progresso civile e sociale e sono, con il loro diritto e bisogno di costruire il proprio futuro, il volano per la rinascita e l’evoluzione di ogni collettività.”

Ne è convinto l’ Assessore Augusto Bottioni che con la collaborazione dell’ Istituto Comprensivo, della cooperativa culturale Galassia Gutenberg, della giovane Compagnia artistica ‘Sciara Progetti’, di Libera Associazione Contro le Mafie e della Coop Nord Est, si è fatto promotore del 1° Cantiere di Cittadinanza, che coinvolgerà i ragazzi e i cittadini tutti sulla Legalità (già tema della stagione 2013/2014 del teatro Verdi).

Il progetto dal titolo “Io sarò Stato”, vuole essere l’inizio di un percorso stabile e condiviso in cui le due istituzioni pubbliche si impegnano a costruire negli anni un’occasione stabile di consapevolezza civile e di crescita per i futuri cittadini.

L’Istituto Comprensivo, diretto dal professor Mario Magnelli, ha già in corso lezioni di approfondimento dei testi di Gherardo Colombo in preparazione allo spettacolo ‘Freedom. Imparare la legalità’ (una performance live con Sara Colombo, Dj Neelo e Cosimo Damato, in cui il magistrato racconta la bellezza e la poesia della nostra Costituzione) che andrà in scena al ‘Verdi’ alle 21.00 del 3 aprile (spettacolo della stagione teatrale in abbonamento) ed all’incontro con il magistrato stesso che si terrà la mattina successiva (4 aprile alle 09.30) nell’aula magna dell’Istituto Comprensivo.

All’approfondimento in corso a scuola sul tema della Legalità e della lotta alle mafie sta dando un prezioso apporto anche Libera, con la responsabile provinciale Antonella Liotti, e la Biblioteca comunale, con il dirigente Francesco Mazzetta, che venerdì 4 aprile alle 11.00 inaugurerà lo ‘Scaffale della Legalità’ a servizio stabile dei ragazzi e della cittadinanza tutta. Il magistrato scrittore Gherardo Colombo sarà testimonial anche di questo evento in biblioteca.

I ‘lavori’ del 1° Cantiere sulla Legalità proseguiranno in Teatro il 12 aprile alle 09.00 con la partecipazione di 150 ragazzi delle classi terze della Scuola Secondaria di Primo Grado allo spettacolo ‘Padroni delle nostre vite’ di e con Ture Magro, tratto dal libro ‘Organizzare i coraggio’  di Pino Masciari imprenditore e testimone di giustizia e la moglie dott.ssa Marisa (la storia di una vita di coraggio dedicata ad opporsi alla mafia). A seguire, alle ore 10.00, i ragazzi incontreranno e interagiranno con l’artista e con la partecipazione straordinaria dell’on. Davide Mattiello (costituzionalista, attivista di Libera, scrittore ed oggi anche parlamentare) che ha accettato di venire gratuitamente ad incontrare i ns studenti e che, a fine incontro, donerà il proprio libro autografato allo Scaffale della Legalità insieme a quello autografato da Pino Masciari.

Lo spettacolo si replicherà in serale il giorno stesso alle 21.00 nell’ambito della Rassegna ‘Gli archivi della memoria’ organizzata dal Comune insieme alla coop culturale Galassia Gutenberg, a cui, oltre alla cittadinanza parteciperà anche un’ulteriore classe di studenti.

La Coop Nord Est garantirà il proprio contributo e testimonianza fornendo prodotti delle terre espropriate alla mafia.

Secondo Bottioni “dai piccoli semi tangibili nascono, se curati con impegno e tenacia, grandi frutti”. “Saranno dunque tanti –prosegue l’ Assessore- i progetti per i successivi cantieri (a partire dal progetto per la giornata contro la violenza sulle donne a novembre) con cui si intende dare soprattutto ai ragazzi che usciranno dalla scuola dell’obbligo “un attrezzo” fondamentale per diventare Cittadini di uno Stato Civile: la conoscenza della nostra meravigliosa Costituzione e la consapevolezza che il loro bisogno di costruire il proprio Futuro è un loro diritto. Un diritto da esercitare, come dovere, tutti insieme”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune e Istituto Comprensivo insieme per l’iniziativa “Io sarò Stato”

IlPiacenza è in caricamento