rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Fiorenzuola / Fiorenzuola d'Arda

«Con la tromba d’aria caduti quindici alberi al parco Lucca»

In corso il lavoro di pulizia e messa in sicurezza da parte del personale comunale. Gandolfi: «Impegno su questo fronte ribadisce nostra attenzione verso l’area»

Prosegue a Fiorenzuola d’Arda l’attività di pulizia del parco Lucca, l’area verde pubblica più grande della città, particolarmente “ferita” dalla tromba d’aria che ha interessato la città, come gran parte del territorio piacentino, nel tardo pomeriggio di lunedì 4 luglio. Il personale comunale – dopo aver reso accessibili i vialetti del parco, tuttora aperto al pubblico, nelle ore immediatamente successive alla tromba d’aria - sta proseguendo in questi giorni le operazioni finalizzate a liberare le aree del giardino da piante e rami caduti a terra o pericolanti, e mettere così in sicurezza l’intera superficie del parco, di complessivamente oltre ventiduemila metri quadri. Sono in totale quindici, come evidenziato dalle ricognizioni effettuate dallo stesso personale, le piante – anche di notevoli dimensioni - danneggiate dal violento fenomeno meteorologico dello scorso 4 luglio ed ora interessate dalle operazioni di messa in sicurezza.

“Le operazioni all’interno del parco stanno procedendo insieme ai lavori attualmente in corso nel centro della città, nella periferia e nelle frazioni, compatibilmente con la forza lavoro disponibile all’interno del personale comunale”, ha sottolineato il Sindaco di Fiorenzuola d’Arda, Romeo Gandolfi. “Il nostro impegno nel sistemare il parco e metterlo in sicurezza ribadisce l’attenzione che la nostra Amministrazione rivolge a quest’area, per cui manteniamo la ferma intenzione di valorizzazione a beneficio dell’intera cittadinanza”.

Comunicato stampa. Tromba d’aria, Parco Lucca, quindici alberi caduti (2)-2

Comunicato stampa. Tromba d’aria, Parco Lucca, quindici alberi caduti (1)-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Con la tromba d’aria caduti quindici alberi al parco Lucca»

IlPiacenza è in caricamento