menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Con quattro candidati servone le primarie". Montanari presenta il suo programma

Mercoledì 27, alle 20.45, al circolo Arci Mulinetto di via Manfredi 23 a Fiorenzuola, il giornalista Davide Montanari presenterà la sua candidatura a sindaco per le primarie del centro sinistra

Mercoledì 27, alle 20.45, al circolo Arci Mulinetto di via Manfredi 23 a Fiorenzuola, il giornalista Davide Montanari presenterà la sua candidatura a sindaco per le primarie del centro sinistra. "Invito tutti i cittadini che credono nello strumento democratico delle primarie - ha detto Montanari – a partecipare alla serata durante la quale esporrò le linee guida della mia candidatura". 

"Qualche amico, troppo rassegnato all'idea che tutto sia già stato deciso, mi ha chiesto i motivi per cui ho deciso di organizzare questa serata quando le primarie non sono ancora state convocate. Anzi, al contrario, sembra che il Pd fiorenzuolano, partito principale protagonista del centro sinistra, pare intenzionato a non farle proprio nonostante che, quando ho parlato, qualche settimana fa, col segretario locale del circolo Scarani, mi ha detto che non le escludeva".

"Il motivo quindi di questa serata - prosegue Montanari - è solo una questione di decidere assieme la data. E io, che non ho un partito ed un'organizzazione politica alle spalle ma credo nei partiti come baluardo della democrazia, non ho tempo di sapere la data all'ultimo minuto. Perché le primarie ci saranno, quanto meno vista la presenza in campo di 4 candidati che fanno riferimento al centro sinistra: il sottoscritto, Paolo Savinelli, Casilda Maccagni e Giuseppe Brusamonti. Di cui i primi tre già si sono espressamente dichiarati a favore delle primarie. E altri cittadini, forse, potrebbero farsi avanti una volta scoperte le carte".

"Quindi, per stare all'attualità giornalistica, cito le ultime dichiarazioni del vicesegretario nazionale del Pd Lorenzo Guerini: “Chi tiene a cuore l'unità del centro sinistra partecipi alle primarie”. Tutto ciò visto e considerato che, come ho più volte sottolineato, basta leggere lo statuto nazionale del Pd, partito a cui chiunque riconosce il ruolo di principale protagonista del centro sinistra, in cui viene scritto chiaramente che la scelta dei candidati sindaco nei comuni (tutti i comuni) viene fatta attraverso lo strumento delle primarie".

"Quindi - conclude il candidato alle prossime Amministrative - non voglio neppure immaginare che un partito che si candida alla guida di una città si presenti davanti ai cittadini come il partito che non è capace di rispettare le proprie regole e che le calpesta. Perché quelle regole sono scritte chiarissime, non c'è un asterisco sull'articolo 18 delle primarie che rimanda ad un fondo pagina, scritto in piccolo, in cui si dice che a Fiorenzuola il Pd può essere considerato qualcosa a parte e può fare ciò che gli pare, tanto le regole non contano. Non sarebbe un bel biglietto da visita e sarebbe, nel caso, imbarazzante. Perché non c'è da interpretate nulla: c'è solo da applicare le regole che ci sono. Per questa ragione invito tutti i cittadini ad esserci al circolo Molinetto mercoledì 27".  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento