rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
Fiorenzuola Today Fiorenzuola d'Arda

Illuminazione pubblica, ok dal Consiglio per esternalizzare la gestione

Morganti (assessore): «La modalità di gestione intrapresa fino ad oggi non ha consentito di disporre di un piano di riqualificazione ed efficientamento degli impianti, tenuto conto della scarsità di risorse a nostra disposizione»

La gestione della rete di illuminazione pubblica sarà esternalizzata per intero. Se oggi il servizio è gestito mediante affidamento a ditte esterne solo per la parte manutentiva, la necessità dell’Amministrazione comunale è anche quella di prevenire un efficientamento degli impianti al fine di contenere i costi di energia ad essi associati.

Il Consiglio comunale si è dovuto esprimere nell’ultima seduta, su una relazione che precede la procedura di affidamento ad una ditta esterna. Il documento, redatto dal funzionario del Settore dei Lavori Pubblici, è stato presentato dall’assessore Massimiliano Morganti. «La consistenza degli impianti di illuminazione pubblica del Comune di Fiorenzuola, a seguito del riscatto dei punti luce di proprietà di Enel Sole, è di 2.863 punti luce. L’affidamento del servizio, attualmente gestito in economia comprendendo la manutenzione ordinaria, la ricerca dei guasti e il cambio delle lampade, consentirà una riduzione dell’inquinamento luminoso con l’utilizzo di lampade a ridotto consumo ma ad elevate prestazioni illuminotecniche, la razionalizzazione dei consumi energetici grazie anche all’installazione di regolatori del flusso di illuminazione, la riduzione dell’affaticamento visivo e quindi un miglioramento della sicurezza stradale, la conservazione e la tutela degli equilibri ecologici». «La modalità di gestione intrapresa fino ad oggi – è stato aggiunto – non ha consentito di disporre di un razionale piano di riqualificazione ed efficientamento degli impianti, tenuto conto della scarsità di risorse a disposizione dell’Amministrazione comunale da investire per l’esecuzione degli interventi».

Alla delibera hanno espresso voto contrario i consiglieri di Sinistra per Fiorenzuola, Nando Mainardi («Come mai si discute in Consiglio l’affidamento di un servizio tramite gara pubblica?» ha chiesto), e di Movimento 5 Stelle, Elena Rossini. Si sono invece astenuti i consiglieri del Partito Democratico. «Finalmente arriviamo alla conclusione di questo lungo percorso – ha detto il capogruppo Giuseppe Brusamonti -. Mi aspettavo che il servizio fosse affidato alla società patrimoniale. La gestione esternalizzata è funzionale». Brusamonti ha chiesto poi alla Giunta «la possibilità di discutere del bando in commissione, non solo tre giorni prima del Consiglio comunale, per esprimere osservazioni in merito alle condizioni che possono essere applicate». «Si è deciso di portare in Consiglio questo documento perché, analizzando la situazione dell’Ente e il punto raggiunto a fatica dopo diverso tempo, l’abbiamo ritenuto doveroso – ha risposto Morganti – L’ipotesi per la gestione da parte della società partecipata è stata valutata ma dal punto di vista della sostenibilità finanziaria e dei voluminosi investimenti stimati sulla rete, riteniamo opportuno capovolgere il rischio d’impresa su un gestore privato anche già strutturato, senza esporre l’Ente a investimenti coraggiosi e temerari. La gara va bandita in tempi ragionevoli ma a noi piacerebbe che arrivino segnalazioni o suggerimenti per la redazione del bando. La prerogativa più urgente, al momento, è l’installazione di punti luce nelle zone che ne sono sprovviste».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Illuminazione pubblica, ok dal Consiglio per esternalizzare la gestione

IlPiacenza è in caricamento