menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La seduta del Consiglio Comunale di lunedì 12 ottobre

La seduta del Consiglio Comunale di lunedì 12 ottobre

Consiglio Comunale: «Organizzare incontri pubblici sulla sicurezza»

Sempre in tema sicurezza il Consigliere Paolo Savinelli ha proposto un Consiglio Comunale aperto, approvato solamente da tre Consiglieri di cui uno della minoranza, per fare un’analisi delle attività svolte, di quelle in corso e di quelle che si pensa possano essere effettuate in futuro

E’ stata la sicurezza il filo conduttore del Consiglio Comunale di lunedì 12 ottobre, aperto con un interrogazione del consigliere di minoranza Luigi Marchetta: «Alcuni residenti mi hanno riferito di alcune ituazioni che non consentono, a chi vive nella zona di Piazzale Darwin, un livello di tranquillità adeguato. C'è chi lancia sassi contro l finestre delle abitazioni, provocando danni a tapparelle e vetri. Non mancano atti di vandalismo contro le auto in sosta: vengono sfregiate le carrozzerie e spaccati i finestrini. Frequentissimi sono gli schiamazzi e liti rumorose durante la notte e il taglio di siepi e recinzioni private: i giovani imbrattano così i muri di vernice. Ho presentato tre interpellanze analoghe, di cui non si è ancora discusso. Chiedo quindi al sindaco di convocare i Capi Gruppo del Consiglio per programmare un incontro pubblico gestito, con la partecipazione di chi, nell’ordine pubblico può dare qualche suggerimento o proporre altre soluzioni».

Da qui la parola al sindaco: «Ci tenevo ad informarvi a riguardo delle attività che sono in corso: con i carabinieri (in Consiglio era presente il nuovo Comandante della locale Stazione, Luogotenente Lauria), siamo sempre in un ottimo rapporto soprattutto nelle ultime settimane e un esempio ne è l’episodio avvenuto ad Alseno. Questi contatti saranno intensificati nelle prossime settimane. Su sollecitazione del Questore, la Polizia ha iniziato un controllo intensivo, di cui due effettuati nell’ultimo mese con la Municipale. Proprio in questi giorni, la Giunta Comunale sta ultimando la bozza d’accordo con l’A.N.C. per lo svolgimento di questi servizi precedentemente interrotti per questioni di messa a punto con la convenzione assicurativa e normativa. Inoltre In Prefettura ci sono stati accordi con i gruppi di controllo del vicinato per inserire l’iniziativa in un quadro legale. La Prefettura ha anche sottoscritto un accordo con gli istituti di vigilanza per controllare, oltre gli edifici pubblici, il territorio e dare un occhio alle cose sospette. Questo grazie anche all’installazione di una telecamera all’ingresso autostradale».

L’Amministrazione si sta anche impegnando per organizzare alcune iniziative sul tema della sicurezza: ci sarà un incontro a fine mese con il Maggiore Emanuele Leuzzi, uno entro metà novembre con i sindaci per portare a confronto le esperienze del controllo del vicinato e uno ancora da definire con il Questore Arena, con il Colonnello dei Carabinieri Scattaretico. Infine verrà formalizzato un accordo con Ivri e Metronotte Piacenza per un controllo più intensivo con le 15 telecamere installate sul territorio.

Sempre in tema di sicurezza il Consigliere del Partito Democratico, Paolo Savinelli, ha presentato un ordine del giorno, votato solamente da due dei Consiglieri di maggioranza, Alessandra Fanti e Gianfranco Arcari e da Annalisa Guglielmetti di Lega Nord. La proposta di Savinelli è stata quella di un Consiglio Comunale aperto, per fare un’analisi delle attività svolte, di quelle in corso e di quelle che si pensa possano essere effettuate in futuro, «in quanto i cittadini sono stanchi di situazioni pesanti che si verificano a Fiorenzuola».

«Sono contrario alla presenza dei cittadini perchè il compito del Consigliere comunale essere consapevole della situazione venuta a crearsi della nostra città e discuterne in questa sede. Reputo che non sia compito della presenza dei cittadini» ha spiegato Alberto Bazzani (FdI).

Maurizio Fornasari, Consigliere Pd, ha detto: «Ci siamo sempre adoperati alla convocazione di un Consiglio Comunale aperto per l’ospedale e non è mai stato approvato. Perché chiederne uno oggi quando abbiamo visto un comportamento dell’Amministrazione adeguato nel discutere sulle problematiche che la gente sta vivendo? Queste sono iniziative solo di tipo propagandistico».

Quest’ultima frase è stata bocciata appieno dalla Guglielmetti, mentre Alessandra Fanti (Pd) che si è dichiarata essere «stata sempre contraria ai Consigli aperti» ha votato a favore perché «bisogna fare insieme alla cittadinanza il punto degli interventi messi in campo».

L’Assessore Sara Felloni ha infine sottolineato che «la proposta di un Consiglio Comunale aperto è ormai superata», andando così ad appoggiare la proposta di Marchetta: organizzare un incontro pubblico con le forze dell’ordine e i cittadini

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento