menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della seduta del consiglio comunale

Un momento della seduta del consiglio comunale

Consiglio: invariata la tassa sui rifiuti. Approvata la delibera di conferma delle zone non metanizzate

Nella penultima seduta del consiglio comunale dell'Amministrazione in carica, si è parlato del piano finanziario del servizio di gestione e smaltimento dei rifiuti, della TARI e delle zone non metanizzate del territorio, ai fini della riduzione del prezzo del gasolio e del g.p.l per il riscaldamento

Nella penultima seduta del consiglio comunale dell’Amministrazione in carica, tenutasi nella serata di martedì 29 marzo, si è parlato del piano finanziario del servizio di gestione e smaltimento dei rifiuti, della TARI e delle zone non metanizzate del territorio, ai fini della riduzione del prezzo del gasolio e del g.p.l per il riscaldamento.

Tre dunque le delibere all’ordine del giorno, tutte e tre approvate.

Per quanto riguarda lo smaltimento e la gestione dei rifiuti, le spese a carico dei contribuenti ammontano a € 2.498.000,00.

«Siamo in attesa di una risposta da parte del Consiglio Locale di Piacenza e del Consiglio d’Ambito di Atersir» ha spiegato l’assessore al Bilancio, Giuseppe Brusamonti. «Qualora questi due enti apportassero modifiche sostanziali al totale di costo a carico dei contribuenti, il consiglio Comunale provvederà con successivo atto consiliare alla modifica del documento al fine di adeguare gli importi».

Al momento del votazioni si espressi a favore i consiglieri del Partito Democratico, mentre si sono astenuti Massimiliano Morganti e Alberto Bazzani (Fratelli d’Italia), Annalisa Guglielmetti (Lega Nord), Luigi Marchetta (Forza Italia) e David Santi (Rifondazione).

Cattura1-3-3

Approvate, con medesima votazione, le tariffe della TARI, che restano invariate rispetto al 2015. Invariate anche le diciotto categorie dei contribuenti (immagine a lato).

Cattura2-2Infine la delibera per la conferma delle zone non metanizzate nel territorio comunale. L’assessore ai Lavori Pubblici, Augusto Bottioni ha chiarito: «Nel nostro Comune non vi sono frazioni non metanizzate bensì esistono solamente porzioni edificate ubicate fuori dal centro abitato non servite dalla rete gas. Queste zone sono quelle esterne alla fascia di 80 metri di distanza dalla più vicina condotta del gas, con esclusione di eventuali porzioni edificate del centro abitato dove ha sede anche il Municipio. Inoltre è necessario individuare le zone non metanizzate del Comune che per l’anno in corso possono godere del beneficio della riduzione del prezzo del gasolio e del gas g.p.l. previsti per legge.»

La consigliera di minoranza, Annalisa Guglielmetti (Lega Nord), ha però lamentato che a San Protaso metà del paese è fornito dalla rete gas che arriva da Carpaneto. La parte restante della frazione è invece esclusa dalla rete. «Ben vengano le agevolazioni, ma noi ci siamo sempre chiesti se fosse possibile verificare la situazione e uniformare il servizio a tutte le abitazioni».

All’assessore Bottioni non sono però prevenute lamentele a riguardo da parte del gestore della rete del gas: «Se dovessero arrivarne, siamo ponti a prenderle in considerazione».

La delibera è stata approvata all’unanimità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento