FiorenzuolaToday

Servizi per minori e disabili: «Risultati positivi dopo il ritiro delle deleghe, avanti fino al 2023»

A febbraio i Comuni di Alseno, Fiorenzuola, Cadeo e Pontenure avevano firmato una convenzione per il ritiro delle deleghe all’Ausl per la gestione associata fino al 2020. Dopo questi primi mesi hanno deciso di prorogaela

La conferenza stampa

I Comuni di Alseno, Fiorenzuola, Cadeo e Pontenure continueranno a gestire insieme i servizi per minori e disabili fino al 2023. Solo a febbraio avevano firmato una convenzione per il ritiro delle deleghe all’Ausl per la gestione associata fino al 2020. Questi primi mesi, però, hanno già raccolto esiti più che soddisfacenti per le quattro Amministrazioni che hanno così pensato di prorogarla ulteriormente. Tra i motivi che hanno portato i sindaci Davide Zucchi, Romeo Gandolfi, Marco Bricconi e Manola Gruppi, a prendere questa decisione, quello delle gare (trasporti, personale) per l’affidamento dei servizi alle cooperative: «Non possiamo indire gare d’appalto per un anno e mezzo in quanto non si avrebbe poi neanche il tempo di dare avvio al servizio» - ha spiegato la responsabile dei servizi sociali Sabina Dordoni. «Quello del 2018 – hanno aggiunto i sindaci - è stato un anno di ponte sia per gli uffici dei nostri Comuni sul piano amministrativo e procedurale, sia per quanto riguarda la programmazione distrettuale».

«Il Comune di Alseno in questi mesi si è confrontato sui costi – ha detto Zucchi -. Avevamo fissato il tetto massimo basandoci sulla spesa sostenuta fino a febbraio quando i servizi erano in mano all’Azienda Usl. Abbiamo sfiorato non di molto ma crediamo che un affidamento prolungato del servizio possa portare ad economie di scala». «La nuova gestione – ha aggiunto Dordoni – ha portato ad una presenza costante e ad un controllo più diretto del territorio del personale che opera nei vari Comuni e che un giorno a settimana si riunisce a Fiorenzuola per un confronto sui casi trattati». Ne è esempio il Comune di Cadeo dove la presenza della figura dell’assistente sociale è passata da due a cinque giorni a settimana. «Gli scambi e i contatti quasi quotidiani tra gli operatori consentono anche di affrontare un lavoro di prevenzione sul territorio» - ha detto Bricconi (con lui anche la vicesindaco Marca Toma). «Presto anche la comunità di Alseno potrà beneficiare di un potenziamento del servizio – ha spiegato ancora Dordoni-: vogliamo garantire risorse omogenee tra i diversi Comuni. È una partita impegnativa che va gestita nel migliore dei modi». Anche a Pontenure l’Amministrazione ha ottenuto riscontri positivi dagli utenti dei servizi sociali per la nuova gestione: «Abbiamo deciso di dare continuità – è intervenuto il sindaco Gruppi – per realizzare una politica più sociale vicina ai bisogni dei cittadini. Lo sforzo è stato tanto e con serietà e professionalità si è fatto un ottimo lavoro». L’assessore al Bilancio del Comune di Fiorenzuola, Marcello Minari, ha voluto mettere in evidenza «il lavoro di coordinamento svolto dal personale degli uffici»: «La gestione Amministrativa se l’è accollata il nostro Comune per il fatto che qui ha sede il coordinamento dei servizi e che dispone di più personale. È una parte della lunga catena di lavoro che non ha rilevanza all’esterno ma che è molto importante».

Ora le Amministrazioni comunali dovranno presentare la proposta di proroga ai rispettivi Consigli comunali. A Fiorenzuola, nel corso dell’ultima seduta del 4 ottobre, è passata con l’astensione della minoranza. «Mi sarei aspettato di sentire elementi più strutturali sull’andamento di questo anno – è intervenuto dalla minoranza Nando Mainardi (Sinistra per Fiorenzuola). Si è detto che il 2018 è stato un anno di transizione e che il riscontro è stato positivo, ma al di là di queste parole non sappiamo se i servizi sono rimasti tali e quali, se sono stati ridotti o incrementati». Il consigliere Paolo Savinelli (Pd) ha richiesto che «venga messa a calendario periodicamente una presentazione dell’andamento dei servizi, dei punti di forza e di debolezza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al fisco 5mila euro e lavoratori in nero ma in casa un tesoro da mezzo milione: ristoratori indagati

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento