Giovedì, 29 Luglio 2021
Fiorenzuola Today Viale Roma

«Criticità negli spazi del blocco B? Stupito dalle poche difficoltà, cose emendabili già emendate»

Lo dice il dottor Lamberti, direttore del Polo riabilitativo Emilia Nord, inaugurato giovedì 15 luglio a Fiorenzuola, dopo che i consiglieri comunali di minoranza avevano chiesto di poter effettuare un «sopralluogo per verificare la rispondenza del blocco B alle prestazioni che deve erogare»

Sopra il dottor Lamberti e sotto la consigliera Rossini

«Criticità negli spazi del blocco B dell’ospedale di Fiorenzuola? Mi sono stupito rispetto al numero di cose che sono state attivate e che le difficoltà incontrate siano state così poche». Così risponde il dottor Gianfranco Lamberti, direttore dell’Unità spinale e riabilitativa del Polo riabilitativo Emilia Nord, inaugurato giovedì 15 luglio a Fiorenzuola, dopo che i consiglieri comunali di minoranza Elena Rossini (M5s) e Nando Mainardi (Sinistra per Fiorenzuola), avevano chiesto di poter effettuare un «sopralluogo al blocco B per verificare la rispondenza dell'edificio alle prestazioni che esso deve erogare», dopo la segnalazione di «problematiche funzionali causate dal dimensionamento degli spazi». «Tutte le cose che in qualche modo erano emendabili sono state emendate – ha spiegato Lamberti - poi è evidente che i muri non posso spostarli. Sono già state fatte tante cose ed è possibile mettere in atto quelle accortezze, cui quotidianamente le caposala sono abituate, come posizionare pazienti di un certo tipo in stanze di un certo tipo».

Elena Rossini-2«E’ stato attivato in cantiere interno per risolvere le difficoltà?» si chiede la pentastellata Rossini in una nota. «Certo, si è pensato ad adeguare gli apparecchi sanitari con quelli fruibili dai disabili – aggiunge -ma è strano e grave che il progetto già non li prevedesse di quella tipologia». Rossini poi considera la «riabilitazione inaugurata non un ampliamento ma semplicemente uno spostamento di servizi (da Villanova, nda)». Difficile comprendere cosa intenda Bonaccini quando dichiara che ci sono stati ampliamenti e potenziamenti dei servizi, perché nel blocco B prima c’erano numerosi reparti che ormai la Valdarda non ha più». Intanto la consigliera «nonostante le sollecitazioni» chiede nuovamente di poter «fare il sopralluogo all'edificio per verificarne direttamente le condizioni: anche l'inaugurazione del padiglione non ha previsto la visita ai piani superiori, pertanto si inaugura un edificio senza che vi sia disponibilità alla verifica delle condizioni problematiche e nemmeno che essa sia temporalmente in previsione».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Criticità negli spazi del blocco B? Stupito dalle poche difficoltà, cose emendabili già emendate»

IlPiacenza è in caricamento