FiorenzuolaToday

Dal commercio all'ospedale, Mdp: «Cosa ha fatto la Giunta in due anni?»

A due anni dall'insediamento della Giunta 'Gandolfi' gli attivisti di Articolo Uno-Mdp cercano di tracciare un bilancio dell'Amministrazione comunale

Fiorenzuola dall'alto

A due anni dall'insediamento della Giunta 'Gandolfi' un partito dell'opposizione, che non siede in Consiglio comunale, cerca di tracciare un bilancio dell'Amministrazione. Sono gli attivisti di Articolo Uno-Mdp che si chiedono "cosa ha cambiato il centrodestra dopo aver beneficiato di oltre tre milioni di euro in opere pensate, progettate, finanziate, già appaltate ed, alcune, già iniziate dalla precedente Giunta di centrosinistra", guidata dall'ex sindaco Giovanni Compiani.

In una nota toccano diversi temi, dall'ambiente alle tasse, dall'urbanistica all'ospedale, per finire con commercio e sicurezza. "Notiamo un fallimento nell'ambiente: nel 2016 la raccolta differenziata dei rifiuti era al settanta per cento, scesa al sessantasei nel 2018". Nota critica poi circa "l'aumento delle tasse" e la trasformazione di "un centro storico a misura di auto e non per i cittadini". E in tema di opere pubbliche: "La Regione ha stanziato oltre 200mila euro per il miglioramento del Velodromo. Dopo i lavori eseguiti in modo indegno ed il contenzioso con la ditta esecutrice, quanti soldi sono stati effettivamente destinati al suo miglioramento? - si chiedono.

I rappresentanti di Articolo Uno danno poi ampio spazio, nel loro bilancio, alla questione dell'ospedale: "Avanti con la struttura e la specializzazione. Dopo i cartelli ed i ritardi imposti da alcune forze politiche che oggi siedono in Giunta e le sparate per prendere voti, questa Amministrazione ha sposato in pieno il percorso e la linea tracciata dalla Giunta di centrosinistra che, tra l'altro, aveva già portato a casa dodici milioni di euro e l'impegno della Regione, ora riconfermato, per le due sale operatorie. Almeno su abbia pubblicamente il coraggio di ammetterlo chiaramente". "Buio assoluto, invece, sulla casa della salute di cui non si parla da almeno due anni. È un altro tassello fondamentale del sistema sanitario e sociale della Valdarda, c'è però un grave ritardo sia per la struttura sia per i contenuti".

Tornando alle opere pubbliche nel comunicato parlano del cimitero con "i nuovi loculi non ancora assegnati dopo due anni di grandi indecisioni". Infine commercio e sicurezza: "Occorre un progetto più profondo e coinvolgente. Non è un problema di restyling ma di trovare le ragioni dell'esistenza stessa del commercio nei piccoli centri, tra Outlet, centri commerciali ed e-commerce. Inutile, se non dannosa, la proposta di lasciare la possibilità di insediare uffici al posto delle vetrine destinate al commercio. Qualche auto in più nel centro storico fa solo male alla salute e non aiuta in modo decisivo il commercio. Nessuna nuova e decisiva iniziativa in merito alla sicurezza dei cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento