rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
L'iniziativa / Cadeo

«Dedicare un giardino, un’aiuola, una rotonda o una via al maestro Alberto Manzi»

Cadeo, la mozione dei consiglieri di minoranza Maggi, Bruschi e Dosi per ricordare la figura del docente, pedagogista e scrittore

Nella giornata del 12 febbraio, i consiglieri del gruppo consiliare RinnoviAmo Cadeo, hanno inoltrato all’ufficio protocollo una mozione tramite cui si tenta di ricordare la figura di Alberto Manzi.

«Con questa mozione – spiegano Maggi, Bruschi e Dosi – si chiede al sindaco e alla Giunta di attivarsi per dedicare un giardino, un’aiuola, una rotonda o una via al maestro Manzi. Quest’anno, è il centenario della sua nascita, e l’approvazione del documento da noi presentato con la realizzazione di quanto richiesto, sarebbe un’occasione perfetta per ricordare la sua figura: egli, infatti, è stato un docente, un pedagogista, uno scrittore ed è noto principalmente per aver condotto la trasmissione televisiva italiana "Non è mai troppo tardi" messa in onda dal 1960 al 1968».

Il Comune di Cadeo, approvando l’atto mandato dai tre consiglieri, potrebbe aderire al progetto lanciato dalla regione Emilia-Romagna "100 parchi per Alberto Manzi", ricordando così un personaggio emblematico della storia italiana. «Alberto Manzi ha sempre creduto nell’importanza della conoscenza e dell’apprendimento continuo. La sua sete di sapere lo ha spinto a dedicarsi a diverse discipline, diventando un vero e proprio poliedrico cultore di conoscenza. La sua mente aperta e la capacità di adattarsi alle sfide lo hanno reso una figura ispiratrice per coloro che lo conoscono. Alberto Manzi, è noto anche per il suo impegno sociale. Ha contribuito attivamente a iniziative e progetti volti a migliorare la vita della comunità locale, dimostrando un forte senso di responsabilità sociale», continuano i tre consiglieri, e sono questi i motivi che li hanno spinti a presentare la mozione.

Per Maggi, Bruschi e Dosi, sarebbe anche un’opportunità «per educare bambini e ragazzi, tramite il loro coinvolgimento, ai valori portati avanti da Manzi, che sono in fondamento di una società civile».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Dedicare un giardino, un’aiuola, una rotonda o una via al maestro Alberto Manzi»

IlPiacenza è in caricamento