rotate-mobile
La replica / Cortemaggiore

Donna soccorsa a Cortemaggiore, il sindaco: «Il Comune ha agito con massima diligenza e tempestività»

Il primo cittadino Luigi Merli risponde a Enpa: «Respingo fermamente la contestazione che il Comune avrebbe ignorato o sottovalutato la situazione di grave difficoltà della signora e mancato di far pervenire aiuti»

«Rimango basito di fronte alle accuse rivolte da Enpa al Comune di Cortemaggiore e respingo fermamente la contestazione che lo stesso avrebbe ignorato o sottovalutato la situazione di grave difficoltà della signora e mancato di far pervenire aiuti».

A intervenire è Luigi Merli, sindaco di Cortemaggiore, in merito alla nota stampa del Nucleo Guardie Zoofile Enpa Piacenza, in cui quest’ultimo scrive di una richiesta rivolta più volte presso gli uffici di competenza del comune per dare aiuto a una donna, con cui il nucleo è entrato in contatto per una situazione di sovrannumero di cani.

«Al contrario – precisa il sindaco di Cortemaggiore - non appena venuti a conoscenza nel dettaglio delle problematiche, durante una riunione tenutasi lo scorso 29 maggio, l’Ufficio servizi sociali si è attivato per programmare un percorso di assistenza alla persona, che prevederà diverse azioni concrete a suo sostegno, mentre l’Ufficio tecnico si è preso carico della questione inerente il rilevante numero di cani presenti presso l’abitazione. Peraltro, la presa in carico da parte dei Servizi sociali è stata effettuata rispettando tempi e modalità stabilite con la signora medesima».

«Evidentemente Enpa – continua il primo cittadino di Cortemaggiore - non era pienamente informata ed aggiornata delle procedure in corso, ma d’altra parte nemmeno era il soggetto a cui queste informazioni dovevano essere rese, avendo la stessa competenza solamente per quanto riguarda la presa in carico dei cani. Resta il fatto che il Comune di Cortemaggiore ha agito con la massima diligenza, tempestività ed attenzione e dunque le accuse rivolte risultano gravemente infondate».

«Pertanto - conclude Merli - in assenza di smentite, l’Ente provvederà a tutelare la propria immagine ed onorabilità in ogni competente sede giudiziale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna soccorsa a Cortemaggiore, il sindaco: «Il Comune ha agito con massima diligenza e tempestività»

IlPiacenza è in caricamento