FiorenzuolaToday

Educatori professionali nelle scuole, aumentano le ore al fianco di alunni disabili

L’Amministrazione, tramite una delibera approvata nei giorni scorsi, ha deciso di aumentare ulteriormente le ore necessarie per questo servizio di cui l’Assessorato all’Istruzione del Comune si fa carico

Sopra il Municipio di Fiorenzuola. Sotto l'assessore alle Politiche Sociali, Paola Pizzelli

Più ore di presenza nelle scuole di educatori specializzati, in supporto ai bambini e ai ragazzi con particolari problematiche iscritti all’Istituto Comprensivo di Fiorenzuola. L’Amministrazione, tramite una delibera approvata nei giorni scorsi, ha deciso di aumentare ulteriormente le ore necessarie per questo servizio di cui l’Assessorato all’Istruzione del Comune, ed in particolare il settore servizi alla persona e alla famiglia, si fa carico. «Si tratta di un impegno che sorge anche dalle richieste espresse da parte degli Istituti Scolastici coinvolti – spiega l’assessore alle Politiche Sociali, Paola Pizzelli -, una domanda che noi come ente ovviamente abbiamo accolto anche per questo anno scolastico continuando con l’accordo siglato negli anni precedenti».

Il ruolo del Comune è quello di fornire assistenza, cioè assegnare l’educatore a seconda della valutazione preventiva formulata da un neuropsichiatra infantile accreditato a tale compito. Per quanto concerne l’anno scolastico in corso ovvero, si tratta di 387 ore settimanali distribuite tra gli educatori presenti coinvolgendo scuola dell’Infanzia, scuola Primaria, scuola Secondaria e Istituto Superiore. Gli educatori svolgono un servizio di affiancamento agli studenti che presentano situazioni di handicap, disagio o difficoltà. Non è un servizio in sostituzione al già presente e attivo ruolo dell’insegnante di sostegno ma a supporto di quest’ultimo. Gli insegnanti di sostegno coprono una parte delle ore e la differenza viene appunto coperta da questi educatori. Questo servizio permette ai soggetti coinvolti, ovvero gli alunni con difficoltà, un ulteriore supporto rispetto a quello già fornito loro dalle stesse scuole ma anche un importante evoluzione nell’apprendimento che va a coinvolgere sia gli alunni con problematiche sia l’intera classe. Infatti è stato valutato che la presenza degli educatori copre una funzione importante per il singolo ma anche per tutta la classe.

Il servizio venne affidato nel 2015, dopo una gara d’appalto alla Cooperativa Mele Verdi, per un periodo di tre anni. Lo scorso anno scolastico il progetto ha coinvolto 28 bambini e educatori che sono stati al loro fianco per più di 10mila e cinquecento ore. Da quest’anno i bambini e i ragazzi che verranno affiancati dagli educatori sono saliti a 36, di cui 6 della scuola materna, 16 alle elementari, 8 alle medie e 6 al polo superiore Paola Pizzelli, vicesindaco di Fiorenzuola-2di via Boiardi. «Considerato l’aumento degli alunni coinvolti e delle ore deliberate – aggiunge Pizzelli - anche il budget previsto per questo servizio per l’anno in corso sarà superiore anche se sarà possibile conoscerlo con certezza solo una volta terminato l’anno scolastico in corso. Un impegno forte da parte dell’Amministrazione in supporto a questa tematica ma soprattutto un grande lavoro di continua collaborazione tra l’Amministrazione e gli istituiti scolastici. In questo anno scolastico non sono giunte richieste da parte degli Asili Nidi ma negli anni passati anche questi ultimi hanno usufruito del servizio e anche questa richiesta è stata ampiamente coperta». Conclude l’assessore: «E’ importante concretizzare con dimostrazioni reali che il cittadino può vivere direttamente ogni giorno nella propria quotidianità oltre che con le sole belle parole; e questo è proprio uno di quei servizi. Per la nostra Amministrazione si tratta senza dubbio, come si può veder anche dalle cifre dello scorso anno, di uno sforzo economico molto importante ma che ci teniamo a compiere perché riteniamo essere un servizio fondamentale per il bene di questi ragazzi. Forse non tutte le realtà possono permettersi un investimento così importante ma Fiorenzuola vuole continuare ad investire su questo progetto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al fisco 5mila euro e lavoratori in nero ma in casa un tesoro da mezzo milione: ristoratori indagati

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento