rotate-mobile
La candidatura / Castell'Arquato

Frasconi si candida: «Castellarquato è diventato un paese dormiente»

Il candidato sindaco di “Start”, Angelo Frasconi, sostiene il rilancio del borgo medievale della Valdarda «che va ripensato: strade sporche e poco curate così come il verde. E il turismo oggi è solo mordi e fuggi. I negozi chiudono e non c’è nemmeno un’area di sosta per i camper»

«Castellarquato è da ripensare. E’ diventato un paese dormiente. Va cambiato, a partire dalle piccole cose per arrivare a un piano per i turismo che superi il “mordi e fuggi” di tanti visitatori». È il programma, in sintesi, di Angelo Frasconi, candidato sindaco della lista “Start” («partenza» sottolinea). Una lista civica, spiega, «totalmente sganciata dai partiti. Il nostro faro è Castellarquato». Sarà lui, l’8 e 9 giugno, a sfidare il sindaco uscente Ivano Rocchetta. Romano “de Roma” (è nato a Trastevere), 73 anni, geometra, vive nel bellissimo borgo della Valdarda da 30 anni, dopo una vita come imprenditore privato. «Abito a Castellarquato - afferma - ma negli ultimi 5 anni il paese si è addormentato e ne ha risentito tutta la zona. Va ripensato. L’elenco di ciò che non va è lungo: la sporcizia in paese, la mancanza di cura del verde, i lampioni dell’illuminazione pubblica non funzionanti, le strade abbandonate. Castello merita di più».

Un aspetto importante per il paese è il turismo «che, però, è solo mordi e fuggi. È troppo poco. Si devono creare eventi per attirare le persone, occorrono accordi con altre città e anche con Paesi esteri e si deve proporre un’offerta valida. Qui non c’è nemmeno un’area di sosta per i camper. E poi non è possibile che alle 18 la Rocca chiuda». Altro punto debole, secondo Frasconi, è il commercio «con tanti negozi che hanno chiuso e quelli che rimangono sono in sofferenza. Sul piano sportivo, c’è il palazzetto dello sport, il campo da tennis, ma si potrebbe pensare anche al padel che va tanto di moda, e quello di calcio. A parte l’impegno della squadra locale di football, dovrebbero nascere iniziative per attirare sportivi e turisti. Ma anche in questo caso, non si fa niente».

Candidati consiglieri di Start sono: Luca Acquaviva, Giorgio Bertuzzi, Fabrizia Boiardi, Tiziana Bottarelli, Simona Cantarelli, Luciana Dallabona, Maria Costanza Fedeli, Stefano Monica, Sarah Pozzoli, Maria Costanza Fedeli, Angela Trasburgo e Patrizia Troni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frasconi si candida: «Castellarquato è diventato un paese dormiente»

IlPiacenza è in caricamento