rotate-mobile
Verso il voto / San Pietro in Cerro

“Il nostro paese”, Stefano Boselli si ricandida a San Pietro in Cerro

Il sindaco uscente di nuovo in campo alle elezioni amministrative: «Il comune è migliorato rispetto a cinque anni fa, ora altre opere»

Stefano Boselli, agricoltore e allevatore, si ricandida alle Amministrative dell’8 e 9 giugno con la lista “Il nostro paese” a sindaco di San Pietro in Cerro, comune della Bassa che amministra dal 2019. «Mi ricandido - spiega Boselli - per proseguire i lavori iniziati e portare avanti gli ideali del territorio. Siamo un piccolo Comune che vuole andare avanti. Sono nativo di qui, la famiglia è sempre stata legata al paese. Cinque anni fa decisi di mettermi in gioco e le cose sono migliorate nel comune. Abbiamo ottenuto contributi da Provincia e Regione, rinnovato il parco mezzi dell’ente per la manutenzione del verde e del decoro urbano. In cinque anni abbiamo assunto tre dipendenti, quando sono arrivato avevamo carenze nell’ufficio tecnico comunale: sono arrivati un geometra, un autista-necroforo che fa anche la manutenzione del verde e ora un ragioniere».

In merito alla sua lista Boselli informa che la «squadra è pressoché confermata, con un paio di figure giovani in più per sostituire chi aveva impegni. In cinque anni sono riuscito a far capire ai residenti che bisogna tenerci e curare il nostro piccolo comune».

Nel programma della lista di Boselli il proseguo del percorso verso il recupero di Palazzo Barattieri, situato dentro al parco comunale. «È partito due mesi fa il cantiere, grazie al contributo della Regione, un primo passo per la sua ristrutturazione, con un primo finanziamento per sistemarlo. Proseguiremo nel suo recupero insieme al ripristino del viale delle Rimembranze. Un altro viale (che dalla chiesa porta a Villanova) verrà sistemato nei prossimi anni, con l’abbattimento delle piante ammalorate che verranno sostituite».

In agenda anche il restauro del cimitero del capoluogo, la riqualificazione di piazza Scirea a Polignano, «con la posa di nuovi vasi ed essenze verdi per abbellirla». Infine, il grande obiettivo del recupero del campo sportivo di Polignano. «È un argomento da discutere con la popolazione. In cinque anni non abbiamo trovato nessuna società che desse garanzie economiche per la gestione del campo. Penseremo a cosa fare, se rimpicciolirlo per far giocare liberamente i ragazzi di Polignano e ricavare un’area verde» E ancora: «ovviamente saremo attenti alle nuove asfaltature, siamo sempre attenti alla ricerca di contributi. Inoltre è di prossima partenza l’asfaltatura di via Caduti a Polignano».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Il nostro paese”, Stefano Boselli si ricandida a San Pietro in Cerro

IlPiacenza è in caricamento