FiorenzuolaToday

Alla Barabasca pronta ad insediarsi una nuova piattaforma logistica: «Svolta attesa da 25 anni»

Dalla società Engineering 2K una proposta di progetto per la realizzazione di due fabbricati ad uso logistica industriale e opere viabilistiche. «L'area vittima della miopia di amministrazioni che non hanno colto occasioni di sviluppo»

L'area della Barabasca

«Dopo 25 anni di attesa arriva una svolta nello sviluppo dell'area di circa 150mila metri quadri che fiancheggia la provinciale in prossimità del casello autostradale della A1 in località Barabasca a Fiorenzuola». Lo annuncia il sindaco Romeo Gandolfi che insieme alla Giunta ha ricevuto dalla società Engineering 2K, una proposta di progetto per la realizzazione di una nuova piattaforma logistica, comprensiva di due fabbricati ad uso logistica industriale e relative opere di urbanizzazione. «L’importante iniziativa imprenditoriale di questa società, con sedi ad Assago e Castelsangiovanni - spiega l'assessore all'Urbanistica Franco Brauner -, ci consente di proseguire concretamente l’attuazione delle nostre politiche in campo urbanistico che, dal momento del nostro insediamento, hanno avuto la duplice finalità di attrarre nuovi investitori e di sostenere le attività produttive e commerciali già presenti dando ascolto alle loro istanze». Per Brauner le ricadute positive sul territorio riguardano non solo l'incremento degli occupati ma anche la viabilità cittadina. «E' prevista la realizzazione di una nuova rotatoria che garantirà l'innalzamento dei livelli di sicurezza della Provinciale per Corte, in un punto spesso teatro di incidenti, ed incentiverà l’interesse verso nuovi insediamenti produttivi e terziari, rappresentando il  primo tratto di connessione viabilistica previsto nell’ambito del più ampio progetto di riassetto urbanistico per il comparto  "Barabasca"».

Aggiunge l'assessore allo sviluppo economico Marcello Minari: «L'area, per il suo posizionamento, ha naturalmente una forte vocazione sia commerciale che logistica. Oggi, come tutti sappiamo, l'interesse dei marchi commerciali gravita ormai inesorabilmente sull'uscita autostradale di Fidenza, che negli ultimi 20 anni ha avuto uno sviluppo incredibile. Parallelamente Piacenza, Castelsangiovanni e recentemente Caorso hanno invece sviluppato fortemente gli insediamenti logistici. L'uscita autostradale di Fiorenzuola è sempre rimasta al palo, vittima anche della miopia di amministrazioni che non hanno saputo cogliere alcune importanti occasioni di sviluppo sia produttivo che logistico. Oggi il nostro territorio, naturale crocevia tra Milano, Torino, Brescia e Bologna si è specializzato come hub logistico a servizio di tutta la filiera produttiva nazionale ed europea, gestendo la distribuzione per grandi aziende. L'evoluzione del sistema produttivo, con la globalizzazione, ha trasformato il mestiere della logistica da una mera attività di stoccaggio e movimentazione ad una complessità di servizi che vanno appunto dal magazzinaggio, al controllo qualità dei prodotti per arrivare alla gestione di ordini, vendite e consegne. Ai magazzini veri e propri si affiancano aree tecniche e direzionali con personale altamente specializzato. I flussi regolari e rapidi delle merci consentono ai produttori di ottimizzare le risorse. L'intervento proposto alla nostra amministrazione si inserisce con innovazione nella supply chain a servizio dell'industria alimentare ed è quindi perfettamente legato al nostro territorio».

«Al centro del nostro programma elettorale - ricorda infine il sindaco Romeo Gandolfi -lo sviluppo di questo grande lotto è sempre stato considerato una mossa strategica nello scacchiere delle aree edificabili esistenti nel Comune. Classificata nella seconda metà degli anni '90 generò interesse in diversi investitori che però non riuscirono mai a concretizzare, per poi finire alcuni anni dopo in pancia alla società pubblica Soprip spa che accumulò oltre 27 milioni di euro debiti. Oggetto di diverse aste pubbliche promosse dai vari liquidatori succedutisi, andate sempre deserte, è stata finalmente aggiudicata nel 2019 ad un importante gruppo piacentino di investimenti nel settore della logistica. La nostra giunta si è impegnata molto in questi anni per promuovere l'area, se ne è parlato tanto, siamo contenti che la situazione sia ad una svolta».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

  • «Ho ucciso Leonardo, ma l’ho fatto per difendermi. Chiedo scusa alla famiglia»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento